Il Quartetto Paganini a Durazzo

TIRANA\ aise\ - Nell’ambito di Chamber Fest Durres - XVII edizione, il Quartetto Paganini si esibirà domani, 1 luglio, alle 19.30 al Museo Archeologico Nazionale di Durazzo.
Stefano Cometto (violino), Giovanni Matteo Brasciolu (viola), Michelangiolo Mafucci (violoncello) e Carlo Fierens (chitarra) proporranno un repertorio che comprende il Quartetto nr.7 in Mi maggiore MS34, Allegro, Minuetto Allegretto, Adagio cantabile sostenuto con passione, Ronda vivace, Quartetto nr.9 in Re maggiore MS36, Allegro moderato, Minuetto allo valtz, Adagio sostenuto appassionatamente e, infine, Allegro vivace.
Nato per iniziativa del violinista Bruno Pignata, celebre virtuoso a cui è stato più volte affidato il leggendario violino Guarneri del Gesù appartenuto a Paganini, il Quartetto si è formato per valorizzare una parte poco conosciuta della produzione cameristica di Paganini e in tal senso ha lavorato in stretta collaborazione con l'Istituto di studi paganiniani di Genova.
Con i componenti Lorenzo Lugli (poi Ernest Braucher), Paola Mosca (poi Riccardo Agosti) e Pino Briasco, ha suonato ininterrottamente in Italia e all'estero (Salle Pleyel di Parigi, Carlo Felice di Genova e poi in Spagna, Regno Unito, Russia...), incidendo l'integrale dei lavori paganiniani per l'etichetta Dynamic. La rifondazione del Quartetto si pone nel solco di questa grande tradizione, per raccogliere direttamente dai Maestri il senso di una musicalità tutta italiana.
Alla partecipazione al Chamber Fest Durres è stata organizzata in collaborazione con l’IIC di Tirana. (aise)