LA LUNGA NOTTE DEI CONSOLATI: ALL’IIC DI AMBURGO IL “TOUR DE JAZZ”

LA LUNGA NOTTE DEI CONSOLATI: ALL’IIC DI AMBURGO IL “TOUR DE JAZZ”

AMBURGO\ aise\ - Nell’ambito delle manifestazioni per la “Settimana Europea” – che ha raggiunto ad Amburgo la sua quindicesima edizione e che quest’anno è particolarmente rilevante in considerazione delle Elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo del 26 maggio –, l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo aprirà le sue porte il 23 maggio a partire dalle 18 e fino alle 22 per la settima edizione della "Lunga notte dei Consolati e degli Istituti di Cultura Europei”.
L’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo, insieme ai partner EUNIC organizza per l’occasione il “Tour de Jazz”: tre concerti con musicisti internazionali in tre Istituti di Cultura. La serata jazz inizia alle 18.30 all'Institut Français de Hambourg con "Les hommes du Swing", con Jeffrey Weiss, Roberto Weiss e Marcel Weiss alla chitarra, Jordan Rodin al violino e Axel Burkhardt al contrabbasso, per poi proseguire alle 19.30 con il Duo "Sigura-Abbracciante” di Mauro Sigura (Oud) e Vince Abbracciante (fisarmonica) all’Istituto Italiano di Cultura e alle 20.30 all’Instituto Cervantes con "Latinjazz - Samuel Torres - “ALEGRIA”- Sextett": Florian Trübsbach (sassofono), Johannes Lauer (trombone), Bruno Böhmer Camacho (pianoforte), Juan Camilo Villa (basso), Rodrigo Villalón (batteria), Samuel Torres (percussioni & composizioni).
Il virtuosismo dell’oud di Mauro Sigura incontra il nuovo talento italiano della fisarmonica: il pugliese “Vince” Abbracciante. Il risultato è un dialogo tra le complesse architetture armoniche e i ritmi frenetici della fisarmonica e le melodie intense, gli spazi e le pause dell’oud. Si incontrano due linguaggi differenti: uno più classico e in grado di spaziare con sicurezza e grande padronanza dalla classica al tango al jazz, l’altro più incline ad atmosfere sospese e minimaliste, ma con un forte richiamo alla tradizione classica ottomana dello strumento.
Oltre al concerto jazz all’istituto Italiano di Cultura sarà possibile visitare la mostra “La Villa Veneta dalla Tradizione alla Contemporaneità” del fotografo Vincenzo Ciccarello; i visitatori potranno inoltre informarsi sulle attività, le manifestazioni culturali, la biblioteca e i corsi di lingua dell’Istituto.
Il Consolato Onorario d’Italia ad Amburgo sarà presente alla serata con un banco di informazioni dedicato. Durante la serata i visitatori potranno gustare vino e specialità italiane con un piccolo contributo. Il ricavato sarà poi devoluto all’iniziativa “Fuocammare” di Pietro Bartolo di Lampedusa, medico impegnato in prima linea nell’emergenza migranti.
Si tratta di un’occasione unica per conoscere le rappresentanze straniere e approfondire le attività svolte nei Consolati e negli Istituti di Cultura europei presenti nella Città Libera e Anseatica.
La “Settimana Europea” si svolge tradizionalmente la prima settimana di maggio, in omaggio alla proposta dell’allora ministro degli esteri francese Robert Schuman che il 9 maggio 1950 guardava a un’Europa Unita come condizione sine qua non il mantenimento di rapporti di pace tra gli Stati Europei. Questa proposta fu denominata la “dichiarazione-Schuman”, che viene considerata il principio fondamentale dell’Unione Europea di oggi. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi