L’IIC di Sydney celebra il Giorno della Memoria insieme alla Great Synagogue

SYDNEY\ aise\ - Con la legge 211 del 2000, il governo italiano ha istituito il “Giorno della memoria”. Da allora e ogni anno, in Italia e all’estero, tutti gli attori del Sistema Paese commemorano le vittime dell’Olocausto e del nazismo. Il 27 gennaio, giorno in cui le truppe sovietiche abbatterono i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz, fu scelto dall’ONU con una risoluzione datata 2005.
L’Istituto Italiano di Cultura di Sydney da alcuni anni collabora attivamente con la Great Synagogue di Sydney per l’allestimento di eventi che sono diventati una costante nell’unire le comunità italiana ed ebraica nella commemorazione.
Negli anni precedenti ricordiamo la proiezione del film su Giorgio Pressburger (L'orologio di Monaco di M. Caputo) e le conferenze di Marco Sonzogni e Alice Loda con Rabbi Elton (traduzione de Il demone occasionale - Primo Levi) e Perlasca, eroe italiano con l'ambasciatrice Francesca Tardioli, Simon Holloway e il rabbino Elton.
Nel 2022 si rinnova la collaborazione con la Great Synagogue di Sydney per una conferenza che, inizialmente prevista in presenza, a causa degli ultimi sviluppi della pandemia, sarà tenuta sulla piattaforma digitale ZOOM.
L’evento avrà come tema conduttore la psicologia della Shoah e si intitolerà “L'Olocausto e la psiche - vittima, carnefice, spettatore, beneficiario”. La dissertazione sarà tenuta da Michael Robertson, prof. associato della University of Sydney, che fornirà una rassegna delle diverse valutazioni della psicologia dell'Olocausto. Prenderà in considerazione brevemente sia la psicologia dell'estremo altro, che fu una precondizione necessaria per l'Olocausto, sia la psiche tedesca del dopoguerra, ma si concentrerà soprattutto sulle sfide attuali poste dal trauma intergenerazionale per i figli dei sopravvissuti come pure dei perpetratori del Shoah.
Prenderà poi la parola il rabbino Benjamin Elton, che sul tema esporrà il punto di vista di leader di una comunità ebraica.
Michael Robertson ha ottenuto la sua laurea in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso la UNSW, la Fellowship presso la Royal Australian and New Zealand College of Psychiatrists nel 1997 e il Dottorato nel 2009 presso la University of Sydney dove attualmente è professore associato clinico di Etica della salute mentale. È uno specialista medico presso la Commissione di compensazione dei lavoratori del NSW. È specializzato in Psichiatria Occupazionale e Psichiatria Civile Forense. Ha all’attivo oltre due decenni di professione in Psichiatria acuta per adulti e comunità e ha ricoperto la carica di capo del Dipartimento di Psichiatria presso il Royal Prince Alfred Hospital. Autore di parecchi libri oltre che di numerose pubblicazioni specialistiche pubblicate sulle più reputate riviste mondiali del settore, attualmente ricopre anche l’incarico di Visiting Professorial Fellow presso il Sydney Jewish Museum.
Benjamin Elton è Rabbino Capo e Primo celebrante presso la Great Synagogue dal 2015. Nato a Manchester, in Inghilterra, Elton ha conseguito un Master in Storia al Queens' College di Cambridge e un dottorato di ricerca in Storia ebraica alla Birkbeck, University di Londra. Ha studiato per quattro anni alla Yeshivat Chovevei Torah (YCT) a New York. Ha pubblicato Britain's Chief Rabbis and the Religious Character of Anglo-Jewry, 1880-1970 ed è autore di numerosi articoli sulla storia religiosa anglo-ebraica e australiana. È anche socio onorario presso l'Università di Sydney, cappellano ebraico della Returned Services League (filiale NSW) e consulente rabbinico ortodosso in enti di primo piano.
L’evento è programmato per il 27 gennaio, alle ore 18.00. Per partecipare occorre prenotarsi a questo link. (aise)