“L'isola di Arturo” di Elsa Morante al Club del libro dell’IIC di Haifa

HAIFA\ aise\ - Nell’ambito della serie “Viaggio nella letteratura italiana contemporanea”, il Club del libro dell’Istituto Italiano di Cultura di Haifa propone domani, 27 giugno, la quinta delle sei conferenze gratuite sul panorama letterario italiano contemporaneo, a cura di Shirley Finzi Loew.
Protagonista sarà “L’isola di Arturo” di Elsa Morante.
Arturo, il guerresco ragazzo dal nome di una stella, vive in un'isola tra spiagge e scogliere, pago di sogni fantastici. Non si cura di vestiti né di cibi. È stato allevato con latte di capra. La vita per lui è promessa solo di imprese e di libertà assoluta. E ora ricorda. Queste sono le sue memorie, dall'idillio solitario alla scoperta della vita: l'amore, l'amicizia, il dolore, la disperazione.
Secondo romanzo della Morante dopo Menzogna e sortilegio (1948), L'isola di Arturo confermò tutte le qualità della scrittrice romana: l'impasto di elementi realistici e fiabeschi, la forte suggestione del linguaggio. Arturo, come Elisa in Menzogna e sortilegio, “si porta addosso la croce di far parte non di un oggi ma di un sempre”.
La partecipazione all’evento – che si terrà in lingua ebraica – è gratuita, ma occorre registrarsi sul sito dell’IIC. In alternativa, è possibile seguire la conferenza online collegandosi al canale YouTube dell’Istituto.
Shirley Finzi Loew è laureata in letteratura comparata (Università di Haifa) con una tesi sui romanzi di Elsa Morante e attualmente lavora come traduttrice letteraria dall'italiano all'ebraico. Si è convertita alla letteratura dopo la laurea in ingegneria informatica (Technion) e dopo aver fatto carriera nel settore informatico. (aise)