Los Angeles: la presentazione di “The Spirit of Caesar in the Soul of a Woman” con l’IIC

LOS ANGELES\ aise\ - In seguito all'acquisizione di un importante dipinto di Artemisia Gentileschi (1593 - circa 1654), la più famosa pittrice dell'Italia del XVII secolo, Davide Gasparotto, Senior Curator della Sezione Dipinti del Getty Museum, ripercorrerà, grazie all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles e al Getty Center, la vita e la carriera di Artemisia, incentrando la discussione in programma domani, 13 maggio, alle ore 18.00 sulla piattaforma Zoom, sullo straordinario percorso artistico di Artemisia.
Davide Gasparotto è Senior Curator, Direttore della Sezione Dipinti, e Presidente delle Pratiche Curatoriali del J. Paul Getty Museum. Originario di Bassano del Grappa in Italia, ha studiato Storia dell'Arte e Archeologia Classica presso l'università di Pisa e presso la Scuola Normale Superiore. È stato direttore della Fondazione Piero della Francesca a Sansepolcro dal 1996 al 1998. In seguito, ha ricoperto per 12 anni la carica di curatore presso la Galleria Nazionale di Parma e presso la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Parma e Piacenza. In queste vesti è stato responsabile della conservazione del patrimonio culturale in provincia di Piacenza (Il Collegio Alberoni di Piacenza. Guida alle collezioni, 2003; Il tondo di Botticelli a Piacenza. Indagini storiche e tecniche, 2006) e ha collaborato a diverse importanti mostre organizzate dalla Galleria Nazionale di Parma (Parmigianino, 2003; Correggio, 2008). Dal 2012 al 2014 è stato il Direttore della Galleria Estense a Modena, dove ha supervisionato la restaurazione completa del museo e il riallestimento della collezione dopo un grande terremoto avvenuto a maggio del 2012. A dicembre 2014 è stato nominato Senior Curator della Sezione Dipinti del Getty Museum.
Gli interessi di ricerca di Davide includono la pittura, la scultura e le arti decorative rinascimentali, la riscoperta delle antichità classiche tra il Medioevo e il XVIII secolo e la storia del collezionismo. Al Getty ha curato Louis Style: French Frames 1610-1792 (2015, con Gene Karraker e Anne Woollett), The shimmer of gold: Giovanni di Paolo in Renaissance Siena (2016, con Bryan Keene e Yvonne Szafran) e più di recente due mostre acclamate, Giovanni Bellini: Landscapes of Faith in Renaissance Venice (2017-18) e Pontormo: Miraculous Encounters (2019, con Bruce Edelstein). Ha acquisito per il museo importanti dipinti di Parmigianino, Bronzino, Orazio Gentileschi, Joseph Wright of Derby, François-André Vincent, Jean-Antoine Watteau, Quentin Metsys, Vilhelm Hammershøi e Giovanni Segantini. (aise)