"TEMPO FORTE ITALIA-ELLAS 2019": IL CARTELLONE D’ESTATE DELL’AMBASCIATA AD ATENE

"TEMPO FORTE ITALIA-ELLAS 2019": IL CARTELLONE D’ESTATE DELL’AMBASCIATA AD ATENE

ATENE\ aise\ - Il "Cartellone d’Estate" dell’iniziativa culturale "Tempo Forte Italia-Ellas 2019", organizzato dall’Ambasciata d’Italia in Grecia, presenta quest’anno una serie di eventi variegati e di qualità che spaziano dalla musica alla danza, dal teatro alla didattica, senza dimenticare le arti figurative, il cinema e l’editoria per accontentare ogni tipologia di pubblico, anche i più piccoli.
L’obiettivo resta quello di favorire gli scambi tra Italia e Grecia, basandosi sulla naturalezza dei contatti e creando un filo diretto tra chi produce e chi consuma cultura.
La ricchezza di questo Cartellone si deve anche all’importante collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo, con il Ravenna Festival, con il Festival di Atene ed Epidauro e con molti altri rilevanti attori.
Cultura, interscambio, dialogo e novità sono le parole chiave del programma estivo di Tempo Forte Italia-Ellas 2019.
L’attuale edizione del Festival di Atene ed Epidauro, una delle più celebri manifestazioni culturali di Grecia, quest’anno "parla italiano" grazie alla presenza di artisti e/o di produzioni nostrane di prim’ordine.
La manifestazione è partita a fine giugno con l’Oedipus di Robert Wilson al Teatro di Epidauro, spettacolo realizzato in collaborazione con la Scuola del Teatro Stabile di Napoli, progetto di Change Performing Arts direttore Franco Laera e commissionato e co-prodotto da Conversazioni /Teatro Olimpico Di Vicenza Teatro Stabile Di Napoli / Teatro Nazionale direttore Luca De Fusco.
Si prosegue con le masterclass degli italiani Andrea De Rosa e Gabriele Vacis, in corso sino al 16 luglio nell’ambito della Scuola Internazionale Estiva di Dramma Antico localizzata nell’area dell’antica Epidauro. Con Andrea De Rosa viene esplorato il ruolo del "messaggero", mentre con Gabriele Vacis si esercita il metodo di recitazione SCHIERA.
L’illustre regista italiano Romeo Castellucci è tornato ad Atene dove ha presentato dal 6 al 9 luglio la sua "Vita Nuova". Cinque uomini si incontrano in una grande area di parcheggio, piena di polvere, per ricominciare insieme un viaggio verso una vita migliore.
Un evento assolutamente da non perdere è stato il concerto "Le Vie dell’Amicizia", portato dal Ravenna Festival e dall’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e diretto dal Maestro Muti nella magica cornice del Teatro dell’Erode Attico. Artisti italiani e greci si sono uniti per intonare le note del monumentale affresco beethoveniano, la Sinfonia No. 9, vero e proprio inno all’Europa ed alla fratellanza tra i popoli. La scelta di Atene è ricca di significato dopo che il viaggio de "Le Vie dell’Amicizia" ha toccato, nelle precedenti edizioni, altre grandi città quali Gerusalemme, Il Cairo, Teheran, Mosca, New York, Nairobi, Tokyo e Kiev. Il concerto della capitale greca sarà replicato a Ravenna l’11 luglio, ancora una volta sotto la generosa direzione del Maestro Muti e in uno spirito di condivisione attraverso l’arte e la cultura.
L’Accademia di Belle Arti dell’Università del Peloponneso ed il Centro Culturale Europeo di Delfi hanno omaggiato il celebre regista e teorico del teatro contemporaneo italiano Eugenio Barba insignendolo della laurea Honoris Causa e dedicandogli, dal 4 al 7 luglio scorsi, un tributo. Per dimostrare come il teatro non sia un mondo riservato esclusivamente agli adulti, Chiara Guidi, con una produzione Societas, ha portato in scena il 9 luglio al Teatro dell’Antica Dodona "La terra dei lombrichi. Una tragedia per bambini da Alcesti di Euripide" per giovani spettatori a partire dai 7 anni.
Un palcoscenico fluttuante ospita le performance "Blu" e "Arlecchin dell'onda" nell’ambito del progetto di navigazione teatrale a vela Teatridimare presso il porto della Vecchia Epidauro il 15 luglio.
Ma questo è anche un cartellone "in movimento" grazie alla Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto che ha presentato, nella serata del 10 luglio, due delle coreografie più applaudite del repertorio della compagnia: Wolf di Hofesh Shechter e BLISS di Johan Inger. Sempre Aterballetto l’11 luglio porterà all’antica agorà un innovativo progetto site specific di danza e fotografia per spazi urbani, naturali o storici, con sei giovani coreografi e sei ballerini le cui performance vengono immortalate dalla lente di Costas Ordolis, noto fotografo greco, ed esposte all’Istituto Italiano di Cultura di Atene, dal 15 luglio al 10 settembre.
Percorrendo ancora il ponte ideale che collega Ravenna alla Grecia e per non dimenticare l’importante retaggio bizantino che accomuna i nostri Paesi, l’11 luglio inaugura presso la Rotonda di Galerio a Salonicco la mostra "Lo splendore del mosaico. Originali e repliche da Salonicco e Ravenna", organizzata dalla Direzione dei Musei Archeologici, Mostre e Programmi Educativi del Ministero della Cultura greco e dalla Sovrintendenza Archeologica della città di Salonicco in collaborazione con il Comune di Ravenna. A settembre, dal 7 al 28, è invece la Grecia ad andare a Ravenna con "Analecta", personale della pittrice greca Maria Kompatsiari.
Dal 20 luglio l’artista Venia Dimitrakopoulou espone a Syros il suo "Futuro Primordiale", prendendo spunto dalla riuscita trilogia effettuata in Italia.
Gli splendidi rilievi, eseguiti con la tecnica dell’acquerello, dei pavimenti a mosaico di alcuni monumenti dell’isola di Coo arricchiscono il Palazzo del Gran Maestro di Rodi dal 26 luglio, grazie alla mostra realizzata dalla Scuola Archeologica Italiana di Atene (SAIA) in collaborazione con la locale Sovrintendenza del Dodecanneso.
Non c’è Cartellone senza cinema e per questo vi sono i tre grandi classici all’Athens Open Air Film Festival: pellicole senza tempo come "Amarcord" di Federico Fellini, già proiettato il 5 giugno, "Blow up" di Michelangelo Antonioni, in programma il 24 luglio, e "Il sorpasso" di Dino Risi, il 23 agosto.
Appare opportuno da citare anche la V Rassegna itinerante del cinema italiano intitolata "Aroma d’Italia" e i "10 corti in giro per il mondo", oltre ad altri appuntamenti dedicati sempre alla settima arte.
Quelli sopraesposti sono solo alcuni fra gli eventi più significativi contenuti nel programma estivo di Tempo Forte, che offre ancora molto in termini di teatro (come "Le Danaidi di Andrea Calbo con Natasha Triantafylli, sempre all’interno del Festival di Atene ed Epidauro), musica (con la V edizione della tournée greca dell’Italian Lyric Ensemble), editoria (con le presentazioni de "L’Ultimo Rebetiko" di Jorgos Skambardonis e del libro "Idealismo e Opportunismo della Cultura Italiana 1943-1948" di Alessandro Masi) e arti visive (con la partecipazione di artisti italiani all’athens Photo Festival e la presenza di Valerio Rocco Orlando alla collettiva "Can art aid in resolving conflicts?").
Per maggiori informazioni sugli eventi, si possono consultare i siti ed i profili twitter dell’Ambasciata (@ItalyinGreece) e dell’Istituto Italiano di Cultura di Atene (@IICAtene). (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi