“Trash – la leggenda della piramide magica” a Lisbona con il Maeci e l’IIC

LISBONA\ aise\ - Si apre venerdì, 14 maggio, l’esposizione “Trash” promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e organizzata dall'Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, in collaborazione con il locale Museo Nazionale delle Carrozze.
Attraverso un’ampia selezione di disegni, storyboard e materiale video, il percorso espositivo propone le varie fasi creative, tecniche e produttive che si celano dietro il film di animazione “Trash – La leggenda della piramide magica” (2020) diretto da Francesco Dafano e Luca Della Grotta, un adventure movie che unisce divertimento e missione educativa allo scopo di sensibilizzare su tematiche universali e di grande attualità legate alla sostenibilità e al riciclo.
La giovane curatrice della mostra è Gabriella Natale, l’adattamento nella bellissima cornice portoghese è stato affidato all’architetto Nadir Bonaccorso.
Partendo dai primi bozzetti, passando per tutte le loro metamorfosi, sino al loro aspetto attuale, si analizzano i vari aspetti legati all’ambientazione tramite scene del film selezionate ad hoc, confrontando gli storyboard di alcune sequenze, creando un parallelo tra la ripresa live-action e il fotogramma completo. Video interviste, approfondimenti sul mondo del riciclo dei rifiuti, costruzione delle scene e altro materiale inedito, accompagnano il visitatore immergendolo nel processo di realizzazione del film.
La mostra è corredata dal gioco educativo “Trash and the Magic Pyramid”, disponibile per il download su dispositivi iOS e Android, il cui intento principale è quello di consentire all’utente di abituarsi alla divisione sistematica dei rifiuti domestici seguendo le corrette regole del riciclo.
In concomitanza con l’apertura della mostra, per l’intera giornata del 14 maggio, si terrà la proiezione virtuale del film “Trash – La leggenda della piramide magica”, con visione geolocalizzata al Portogallo, tramite la piattaforma streaming MyMovies della rete degli Istituti Italiani di Cultura.
Il film, primo lungometraggio prodotto dalla società di produzione cinematografica Al One di Roma, con il contributo del MIC e distribuito da Notorious Pictures, è un viaggio di scoperta che racconta la sostenibilità ambientale in modo innovativo, utilizzando le più moderne tecnologie cinematografiche: ambientazioni reali in cui si muovono i personaggi animati in 3D, in rocambolesche avventure alla ricerca della leggendaria Piramide Magica, emblema della rinascita e del riutilizzo di tutti i contenitori vuoti, leggeri e puliti.
In un’alternanza tra animazione e riprese dal vivo, in un’ambientazione notturna per le strade di Roma incontriamo i vari personaggi del film, caratterizzati dal fumettista e illustratore Andrea Scoppetta, la scatola di cartone Slim e i suoi compagni di discarica Spark, Bubbles, Bliss, Smug e Jet che ci aiutano a capire come ognuno di loro sia stato ispirato dagli specifici materiali oggetto di riciclo: cartone, plastica, vetro, acciaio, alluminio e legno perché “anche i rifiuti hanno un’anima e meritano una seconda chance, una vita migliore” e la loro seconda occasione è identificata con il concetto di riciclo, riutilizzo: se smaltiti in maniera corretta possono essere trasformati in nuovi oggetti.
La mostra sarà visitabile presso la Sala Jardim de Belém del Museu Nacional dos Coches di Lisbona a partire dal 15 maggio secondo gli orari di apertura del Museo. (aise)