SU RAI ITALIA LA NUOVA PUNTATA DI CRISTIANITÀ

Su Rai Italia la nuova puntata di Cristianità

ROMA\ aise\ - La giornata del dialogo ebraico-cristiano e la centralità della Bibbia Libro sacro per ebrei e cristiani, la settimana per l’unità dei cristiani, il rinnovamento interno della chiesa cattolica e il cammino di ricomposizione dell’unità ecumenica della Chiesa. Questi temi centrali del programma televisivo “Cristianità” di Rai World realizzato e condotto su Rai Italia da suor Myriam Castelli in onda domani, domenica 17 gennaio, in diretta dalle ore 10,15 dagli studi Rai di Saxa Rubra in Roma.
Ospite eccezionale Sua Ecc.za Mons. Giacomo Morandi, Segretario della Congregazione per la Dottrina della fede e biblista che ricorda le visite dei Papi in Sinagoga e l'appuntamento di domani presso il Museo Ebraico di Roma per un dialogo tra il Rabbino Capo della comunità ebraica, Riccardo Di Segni, e il Cardinale Josè Tolentino de Mendoca, sul libro del Qohelet, un tema che sfida la nostra coscienza in questo tempo di pandemia di fronte alle domande più profonde sulla fragilità dell'esistenza. Particolare riferimento alla spinta ecumenica data da Papa Franceco con i viaggi in Bulgaria, Macedonia del Nord e Romania e prima ancora in Armenia e Georgia, e altri viaggi già programmati che si sono fermati con il coronavirus. Una riflessione sulla settimana di preghiera per l’unità che quest’anno porta il titolo “Rimanete nel mio amore: porterete molto frutto”.
Accanto a Mons. Morandi un altro prelato, Mons. Josè Manuel Del Rio Carrasco, convinto conoscitore della Bibbia come fonte di saggezza e di unità, ma soprattutto Parola di vita che alimenta la fede e la speranza di fronte al male che affligge il mondo. Un breve commento al Messaggio del Papa per la prossima Giornata del malato e alle sofferenze dei tanti cristiani perseguitati e uccisi. Una particolare riflessione sulla abissale sproporzione tra la Parola e le tante parole che inondano il mondo dominato dal potere creato dalle nuove tecnologie.
Poi si va a Manila dove Padre Gabriel Viola parla della festa del Nazareno Nero appena celebrata nelle Filippine nonché della situazione pandemica e della partecipazione alle Messe delle comunità cristiane. Un accenno al suo nuovo incarico in Vaticano dove lavorerà nella Pontificia Accademia Ecclesiastica.
Al centro della puntata la Santa Messa che si celebra nella Basilica del Sacro Cuore di Cristo Re in Roma e a mezzogiorno l'Angelus e la Benedizione del Papa. (aise) 

Newsletter
Archivi