Su Rai Italia la nuova puntata di “Cristianità”

ROMA\ aise\ - La cristianità nelle Filippine a 500 anni dall'evangelizzazione del Paese, l'ottavo anniversario del pontificato di Papa Bergoglio, il ricordo per immagini della visita di Papa Francesco alle chiese dell'Iraq devastate dalla guerra. E ancora: l'anno giubilare dedicato a San Giuseppe, il santo della provvidenza, e la festa del papà. Questi i principali argomenti del programma televisivo “Cristianità” di Rai World realizzato e condotto da suor Myriam Castelli in onda domani, domenica 14 marzo, sui canali di Rai Italia in diretta dalle ore 9,45 dagli studi Rai di Saxa Rubra in Roma.
Al centro la Santa Messa presieduta da Papa Francesco nella Basilica di San Pietro con la presenza della comunità filippina di Roma, la seconda comunità di residenti di origine straniera più numerosa. La celebrazione voluta dal Papa con la comunità di immigrati filippini presenti a Roma esprime l'affetto e la vicinanza del Pontefice ai fedeli filippini segna l'inizio di un anno intero di celebrazioni per commemorare la prima Messa celebrata nelle Filippine
Con Monsignor Josè Manuel Del Rio Carrasco della Congregazione del Culto Divino dopo aver ricordato alcuni momenti significativi dell'ultimo viaggio del Papa in Iraq si accompagnano i telespettatori a vivere la S. Messa della quarta domenica di Quaresima e domenica laetare che ricordo l'avvicinarsi della Pasqua di Risurrezione. Mons. Del Rio ricorda l'ottavo anniversario del Pontificato di Francesco all'insegna della misericordia e della fraternità.
Accanto a Del Rio un ospite autorevole e significativo, Padre John Brillantes, dell'Ordinariato militare delle Filippine e attualmente Officiale della Congregazione per l'Educazione Cattolica. Padre Brillantes spiega il significato del logo celebrativo. È il 500° anniversario della prima S. Messa celebrata nel Paese il 31 marzo 1521, sull'isola di Limasawa, a sud di Leyte. Sempre nel 1521 si ricorda il primo Battesimo avvenuto nell'arcidiocesi di Cebu ad opera dei missionari spagnoli. Un momento storico importante perchè la popolazione nativa ricevette l'icona del Santo Nino ancora oggi molto venerata in tutto il Paese. Cinque secoli di cristianesimo nella terra dove quasi l'80% della popolazione è cristiana. Padre John ricorda l'opera dei missionari italiani ed europei che hanno trasmesso la fiamma della fede facendo delle Filippine un popolo felice e sorridente.
Dopo aver ricordato il viaggio del Papa a Manila nel gennaio 2015 con i due ospiti si parla dell'anno dedicato a San Giuseppe, patrono della Chiesa universale. Non manca il riferimento alla festa del papà ispirata al padre putativo di Gesù.
Dopo la breve sintesi delle attività della Chiesa e del Papa in questa settimana continuano le riflessioni bibliche di Monsignor Giacomo Morandi, sulla figura di Abramo, padre della fede. Non manca la riflessione di Monsignor Vincenzo Paglia sulla figura di San Giuseppe, il santo della Provvidenza e del lavoro.
A mezzogiorno, sempre in diretta, l’Angelus del Papa dalla finestra del Palazzo Apostolico.
Si va poi a Figline Valdarno in Toscana dove Sister Lorie Marie Fungo, Monaca Agostiniana, racconta la sua vocazione, parla della fede nelle Filippine e della devozione al Santo Nino di Cebu e della fioritura cristiana frutto del seme gettato da tanti missionari che hanno speso la vita per portare il Vangelo.
Tra le testimonianze spiccano quelle dei missionari italiani impegnati nell'educazione e nel soccorrere alle necessità di un popolo reso ancor più povero dalla situazione di crisi dovuta al covid-19. (aise)