“Bice Lazzari: Modernist Pioneer” alla Estorick Collection di Londra

LONDRA\ aise\ - Nuovo anno e nuovo appuntamento con l’arte italiana a Londra. Il 14 gennaio si aprirà infatti alla Estorick Collection of Modern Italian in London la mostra “Bice Lazzari: Modernist Pioneer”, in programma sino al 24 aprile con il supporto dell'Istituto Italiano di Cultura.
Nata nel 1900 a Venezia, Bice Lazzari studiò musica prima di dedicarsi alla pittura quando divenne adolescente. Inizialmente lavorò principalmente sul paesaggio, come era di moda a Venezia in quel momento, e solo alla fine degli anni Venti realizzò le sue prime composizioni astratte, ispirate dall'interesse per le arti applicate e decorative. Lazzari lasciò Venezia nel 1935 e si trasferì a Roma, dove rimase fino alla sua morte, nel 1981, mantenendosi inizialmente grazie alle collaborazioni con architetti e decoratori realizzando disegni astratti su committenza dei clienti. Solo dopo la seconda guerra mondiale Bice Lazzari poté dedicarsi alla pittura.
Il suo lavoro esplora gli aspetti formali della pittura e del disegno e la sua creazione di segni è stata spesso ispirata dalla musica. Grafica, pittura e decorazione sono elementi inscindibili della sua attività artistica altamente individuale, che si concretizza in annotazioni continue, in un diario visivo continuo.
Esplorando l'estetica dell'arte informale, il minimalismo e l'astrazione spigolosa, con le sue opere Lazzari ha dato un contributo significativo all'arte italiana del ventesimo secolo, sebbene l’artista e i suoi lavori siano rimasti in gran parte sconosciuti al di fuori del Paese natale.
La mostra alla Estorick Collection, organizzata in collaborazione con l’Archivio Bice Lazzari di Roma, presenta circa 40 opere che mettono in evidenza l'interpretazione lirica e originalissima dell'arte astratta da parte dell'artista. (aise)