DALLA CINA UN NUOVO RICONOSCIMENTO INTERNAZIONALE ALLO STUDIO FUSE*

Dalla Cina un nuovo riconoscimento internazionale allo studio fuse*

PECHINO\ aise\ - Un nuovo riconoscimento internazionale allo studio fuse*. La CITIC Press Lightening Selection 2020 ha premiato l’installazione AMYGDALA come miglior “Outdoor works of light”.
La CITIC Press Lightening Selection è un bando internazionale organizzato dal CITIC Press Multimedia Lab di Pechino e dalla MANA Global New Media Art Platform di Shanghai. Il premio è dedicato alla scoperta e al sostegno di artisti audiovisivi e, oltre ad essere una vetrina per mostrare al pubblico sorprendenti opere multimediali, prevede diverse categorie e premi per creazioni artistiche basate sulla luce.
L’edizione 2020 ha raccolto più di 700 progetti da 39 Paesi e nel dicembre scorso la giuria internazionale, composta da ricercatori accademici, artisti e curatori, ha assegnato l’Outdoor Works of Light Individual Award all’installazione AMYGDALA di fuse*.
La cerimonia di premiazione è stata per ora rinviata, ma il nuovo premio si aggiunge ai molti riconoscimenti internazionali ricevuti dallo studio e compagnia di produzione con base a Campogalliano (Modena) per le sue stupefacenti creazioni in cui arte e scienza si incontrano.
L’opera AMYGDALA ascolta i pensieri condivisi attraverso canali e reti sociali digitali, ne interpreta lo stato d’animo e traduce i dati raccolti in una installazione audiovisiva capace di rappresentare lo stato emotivo collettivo della rete. L’obiettivo è quello di rendere visibile il flusso di dati e di informazioni che costantemente vengono creati dagli utenti e che possono essere ascoltati e interpretati da chiunque, per stimolare una riflessione sulle opportunità e i rischi della rivoluzione digitale che stiamo vivendo.
Negli ultimi mesi, partendo dal progetto originario creato nel 2016, fuse* ha realizzato anche un prototipo per rendere accessibile il cuore dell'installazione attraverso una pagina web (disponibile su Amygdala Web v0.1).
Uno dei motivi che ha spinto alla realizzazione di questo adattamento è stato il desiderio di creare un’esperienza che fosse fruibile da remoto e che l'utente potesse fare direttamente dal proprio browser. Un tentativo di creare un senso di interconnessione e superare le limitazioni imposte durante i periodi di lockdown causati dalla pandemia COVID-19 che hanno segnato la fase storica che stiamo attraversando.
Dal 5 al 30 aprile, AMYGDALA sarà presentata anche al prestigioso Georgia Institute of Technology di Atlanta, nell’ambito delle Georgia Tech Arts Series. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli