“FEELINGS ALONG THE SIDEWALK”: AD ADDIS ABEBA L'ARTE COME LUOGO DI INCONTRO

“FEELINGS ALONG THE SIDEWALK”: AD ADDIS ABEBA L

ADDIS ABEBA\ aise\ - Ancora qualche giorno per visitare “Feelings along the Sidewalk”, mostra che sarà allestita nella sede dell'Istituto Italiano di Cultura di Addis Abeba sino a domenica, 15 novembre.
Inaugurata il 29 ottobre in occasione della XX edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, dedicata quest'anno a “L'italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni e fumetti”, in collaborazione con il festival “Tibeb be Adebabay”, la mostra è un connubio di culture, arti e stili differenti.
“Feelings along the Sidewalk” presenta infatti il frutto dell’incontro tra l’illustratore italiano Livio Fania e il gruppo di artisti etiopi “Addis Street Art” - ovvero Solomon Kifle, Lielt Lemem Teferi, Temesgen Tadele, Efrata Birhanu, Gebreyesus Asmare e Saron Bogale - e riunisce street art, illustrazione e grafica digitale.
Il tema rappresentativo è affidato a una scelta di “parole” che racchiudono concettualmente l’idea stessa che abbiamo della cultura e di ciò che tale idea porta con sé. Concetti universali che accomunano tutte le persone e i popoli e che per questo motivo rappresentano anche lo spirito di lavoro dell’Istituto di Cultura, di Tibeb be Adebabay, come di tutti gli artisti coinvolti.
Nella situazione inedita legata al Covid-19, che ha portato anche il settore della cultura a interrogarsi e a rispondere con soluzioni originali, per trovare e ritrovare la propria voce in un mondo le cui regole stanno giocoforza cambiando, “Feelings along the Sidewalk” è stata fortemente voluta dall’Istituto Italiano di Cultura come uno dei nuovi possibili modelli per fare e condividere arte all’epoca della pandemia.
L’attenzione al dialogo e allo scambio di idee e di tecniche tra artisti italiani ed etiopici rimane centrale, mentre si esplorano nuovi spazi di condivisione e fruizione delle opere: “Feelings along the Sidewalk” è l’arte che esce dagli interni della sala d’esposizione per andare fuori, all’esterno, non solo in strada ma anche nello spazio virtuale.
Le opere sono esposte al pubblico negli spazi esterni dell’Istituto Italiano di Cultura e anche on line, sul sito web del festival Tibeb be Adebabay. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi