L’Italia a Digione con il 16° ITALIART Ti amo Festival

DIGIONE\ aise\ - Se cercate l'Italia, quella stravagante e gioiosa, imprevedibile e creativa, esuberante, senza un filo logico, Italiart è esattamente quello che fa per voi. Si terrà da 2 al 31 marzo 2021 a Digione il 16° Italiart “Ti amo Festival”.
L'immagine del manifesto della XVI edizione, come quelli degli anni precedenti, è stata creata in esclusiva per il festival da un artista: questa volta si tratta del toscano di Luigi Ferrari, artista visionario, un viaggiatore inarrestabile, che ha deciso di rendere un personale omaggio al sommo poeta, padre della lingua italiana, Dante Alighieri e al Paradiso della sua Divina Commedia, capolavoro della letteratura mondiale. Ogni anno, il manifesto di Italiart è un'opera d'arte in sé e anticipa le creazioni, i concerti, gli spettacoli di teatro, la letteratura, le mostre, gli happening, la gastronomia e i vini che arriveranno dall'Italia in marzo.
L'offerta multidisciplinare di Italiart non conosce limiti artistici, spaziando dall'avanguardia contemporanea alla tradizione e all'antico. Senza privarsi di nulla, il festival conduce il pubblico da uno stile all'altro senza rinchiudersi in un genere o in uno stile, in una tendenza, in una moda. L'arte a Italiart è senza frontiere e può liberarsi, divertirsi e fare divertire, pensando e incrociando altre culture.
Italiart Ti amo Festival si svolgerà nel centro storico di Digione durante tutto il mese di marzo. Aprirà il programma la lettura teatrale ”Mente (Spirito)” di e con Vincenzo Cirillo diretto da Andrea Capezza con la Compagnia Ombradipeter.
In programma, fra l’altro, il concerto di musica pop italiana “Nòe - La vita è bellissima”, la presentazione del libro di Jean-Christophe Manuceau “Ennio Morricone tra emozione e ragione”, il concerto di musica napoletana “Bella Napoli” di Chimera d’Oro e il one-man show di e con Tony Di Stasio “Come a casa” diretto da Thierry Marconnet.
Fanno parte del festival anche una serie di mostre come “Le collier des songs” (Dipinti e costumi d'arte) di Jean-Claude Lardrot & Julie Lardrot e “La vita nel tempo” di Daniela Corsini; inusuale la sede della mostra di Alfredo Biagini i cui dipinti saranno appesi al soffitto del Mercato Les Halles. (aise)