L'ITALIAN DESIGN DAY 2020 A LIONE

L

LIONE\ aise\ - Archiviata la Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, prosegue la serie di iniziative organizzate dal Ministero degli Affari Esteri nell'ambito della strategia “Vivere all'Italiana”. Nell'ambito dell'Italian Design Day 2020, giunto alla sua quarta edizione e dedicato al tema “Disegnare il futuro. Sviluppo, innovazione, sostenibilità e bellezza”, l'Istituto Italiano di Cultura di Lione ha organizzato un ciclo di tre conferenze-masterclass.
Gli incontri, gratuiti, in lingua italiana e francese, si terranno tramite la piattaforma Zoom e avranno come protagonisti Fulvio Alvisi e Lavinia Sciacchitano.
Da più di quarant’anni nell’industria tessile, Fulvio Alvisi è titolare, con la sorella Luciana, dello studio comasco Alvisi e Alvisi specializzato nel disegno per tessuti d’arredamento, carta da parati, lingerie e nella ricerca di trend. È presidente dell’Associazione Italiana Disegnatori Tessili e di Comocrea; è membro del CDA Villa Erba polo fieristico ed è stato vicepresidente della Camera di Commercio di Como. È inoltre docente presso lo IED Istituto Europeo di Design Milano e l'Accademia di Belle Arti Aldo Galli - IED Group, nei corsi di Fashion Textile e Product Design.
Lavinia Sciacchitano, italiana di nascita e formazione, si trasferisce a Lione dopo un periodo in varie agenzie di architettura di Parigi. Lavora in proprio dal 2017, nel suo studio di architettura a Lione, dove offre le sue competenze provenienti da una formazione multiculturale. Interviene in un corso di Design degli Spazi presso l'Ecole Bellecour di Lione.
Il primo appuntamento del ciclo con Alvisi e Sciacchitano si terrà il 5 novembre alle ore 18 e sarà dedicato a “Storie parallele: l'oggetto. La Lampada e il Divano”.L'incontro proporrà un focus sullo studio di due oggetti che possono essere associati al design in generale e al design tessile, su sfondo di cronologia storica.
Gli incontri proseguiranno il 12 novembre con “Storie parallele: l'ambiente domestico. Il Soggiorno e il Bagno” e il 19 con “Storie parallele: lo spazio urbano. La Piazza e il Mercato”. (aise)


Newsletter
Archivi