RAFFAELLO SCOPRE BRESCIA NEL RACCONTO DI LUCA SCARLINI

Raffaello scopre Brescia nel racconto di Luca Scarlini

BRESCIA\ aise\ - Fondazione Brescia Musei presenta una nuova occasione per celebrare il cinquecentenario del genio urbinate all'interno di “Raffaello. Custodi del mito in Lombardia”: venerdì 11 dicembre, alle ore 21.00, Luca Scarlini, scrittore, narratore e voce di Rai Radio Tre, ne racconterà la vita e i capolavori in uno spettacolo teatrale.
Un percorso a partire dalle due opere parte del patrimonio di Pinacoteca Tosio Martinengo a Brescia fino ad arrivare all'amore per la Fornarina, modello della relazione musa/artista, con affondi su un'esistenza sopra le righe, tra passioni, incontri e la creazione di una vera e propria impresa per la costruzione a la diffusione della leggenda.
L'appuntamento è sulle pagine Facebook e YouTube di Fondazione Brescia Musei , in attesa di tornare a visitare di persona la mostra “Raffaello. L'invenzione del divino pittore” ospitata al Museo di Santa Giulia di Brescia e curata da Roberta D'Adda, insieme al palinsesto di iniziative che coinvolge l'intera regione.
Luca Scarlini, scrittore, drammaturgo per teatri e musica, narratore, performance artist, curatore. Scrive per la musica e per la danza: dal 2004 al 2008 è consulente artistico del festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano. Nel 2006 è stato direttore artistico di TTv a Bologna, nel 2005 ha coordinato le attività della Capitale Mondiale del Libro a Torino. Ha all’attivo una vasta attività come storyteller d’arte (insegna in questo ambito a Ca' Foscari) in solo e a fianco di musicisti, danzatori e attori, in teatri, musei, giardini e luoghi storici. Voce di "Radio Tre", ha condotto il programma Museo Nazionale , ha curato mostre per Museo Ferragamo, Museo MAN, Biblioteca Braidense, Biblioteca Nazionale Firenze. Tra i suoi libri recenti: Il Caravaggio rubato (Sellerio), Memorie di un'opera d'arte (Skira), Ziggy Stardust. La vera natura dei sogni (Add), Teatri d’amore (Nottetempo), L’ultima regina di Firenze (Bompiani), L’uccello del Paradiso (Fandango).
Raffaello. Custodi del Mito in Lombardia”. Brescia e Milano, con Fondazione Brescia Musei e Castello Sforzesco di Milano offrono il proprio omaggio a Raffaello in occasione del cinquecentenario con due progetti espositivi, due cataloghi editi da Skira e un ricco calendario di appuntamenti condivisi con diverse istituzioni culturali della Lombardia che, a vario titolo, hanno ricoperto nel tempo e ricoprono tuttora il ruolo di custodi del mito di Raffaello.
Raffaello. L'invenzione del divino pittore” all'interno del Museo di Santa Giulia (fino al 10 gennaio 2021 salvo proroghe), a cura di Roberta D'Adda, presenta una collezione di stampe d’après Raffaello, realizzate in Italia e in Europa dall’inizio del Cinquecento alla metà dell’Ottocento, insieme a una scelta di dipinti e oggetti d'arte. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi