Al Forte di Bard “Nel segno di Dante, tra illustrazione e fumetto”

AOSTA\ aise\ - Nell’ambito delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Forte di Bard ad Aosta ha aperto il 25 settembre corso all’interno dell’Opera Mortai la mostra “Nel segno di Dante tra illustrazione e fumetto”. L’esposizione, curata da Paola Persello e Bruno Testa, presenta sino al 6 gennaio 2022 uno straordinario viaggio nel mondo di Dante e della sua Commedia, attraverso una galleria di importanti illustratori e fumettisti.
La capacità di Dante è stata quella di avvicinare la letteratura ad una fruizione più immediata, collettiva. Allo stesso modo, la capacità narrativa dell’illustrazione è da sempre utilizzata dall’uomo come medium comunicativo democratico, globale, inclusivo. La mostra, attraverso oltre 100 opere, riflette su questi aspetti e rilegge la Divina Commedia in una chiave inedita, tramite spazi personalizzati con tavole originali e immagini di grande formato dedicati a personaggi e storie di autori nazionali e internazionali del fumetto e dell’illustrazione, con interventi e approfondimenti a cura di esperti.
Il nucleo centrale dell’esposizione è costituito dalle opere di Milton Glaser, Moebius e Lorenzo Mattotti, che si sono confrontati con l’inesauribile immaginario dantesco per estendersi poi a una panoramica di autori italiani e internazionali, da Angelo Bioletto e Silver sino ai mondi del fumetto giapponese e alle sue esplorazioni delle tematiche religiose e demoniache. E ancora, le parodie e storie di Geppo in Inferno 2000, con i disegni originali di Sandro Dossi, le strisce umoristiche di Marcello Toninelli, il Dante visto da Beatrice di Astrid e il Graphic Poem di Emilio Guazzone. Ancora più avvincenti il viaggio all’inferno con Godzilla e il Dante Divin Esule nell’Italia del ‘300. In mostra anche tavole originali della celebre edizione di Topolino all’Inferno pubblicata dall’ottobre 1949 al marzo 1950, prima parodia Disney in Italia. Divina, anzi diabolica, è la Commedia di Cattivik, composta da tre storie intitolate Un’avventura infernale, Cattivik in Purgatorio e Cattivik in Paradiso di Silver, firmate da Moreno Burattini e Giorgio Sommacal, di cui si espongono i disegni originali.
Una sezione ospita Omaggio a Dante una rassegna di disegni originali commissionati a illustratori e fumettisti della scuderia Creative Comics e appositamente realizzati in occasione della mostra: Giampiero Casertano, Luca Enoch, Michele Rubini, Fabio D’Agata, Fabrizio De Fabritiis, Giorgio Sommacal, Andrea Modugno, Giuseppe Candita, Alessandro Gottardo, Fabrizio Russo, Luca Raimondo, Daniele Statella, Luigi Antonio Merico.
In occasione della mostra vengono presentate al pubblico esclusive novità editoriali: la riedizione integrale della Divina Commedia illustrata da Glaser, Moebius e Mattotti (edizioni Nuages), il graphic novel Divin Esule, il viaggio di Dante Alighieri e La Divina Commedia secondo Cattivik, ristampa integrale delle tre storie a fumetti (con tre nuove cover-strisce, curate appositamente da Moreno Burattini, con disegni di Giorgio Sommacal e introduzione di Silver).
L’esposizione si avvale di tavole originali, provenienti dagli autori stessi e da collezionisti, in collaborazione con musei e associazioni che operano per la diffusione del linguaggio del fumetto, e riproduzioni in alta risoluzione con ingrandimenti scenografici. (aise)