Donatella Bisutti a “La tarda estate dei poeti” di Amburgo

AMBURGO\ aise\ - “La tarda estate dei poeti” ritorna quest’anno finalmente in presenza, con ospiti provenienti da quattro Paesi europei: Donatella Bisutti per l’Italia, Muriel Pic per la Francia, Jürg Halter per la Svizzera, Ulrich Koch per la Germania. La XII edizione dell’evento si terrà giovedì 30 settembre, alle ore 19, presso la Schweizer Haus di Monaco di Baviera, in lingua italiana, francese e tedesca, e sarà moderata da Antonio Pellegrino.
Organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, insieme a Institut Français, Consolato Generale Svizzero e Fondazione Lyrik Kabinett, “La tarda estate dei poeti” prevede l’iscrizione obbligatoria con indicazione di indirizzo, numero di telefono, indirizzo email e presso mun.sekretariat@eda.admin.ch, se possibile con l’indicazione dello status di vaccinato / guarito / tampone negativo.
Donatella Bisutti, nata a Milano nel 1948, traduce lirica dall’inglese, dal francese e dal portoghese nella sua lingua madre. È fondatrice ed editrice della rivista Poesia e spiritualità. Nel 2021 è stato pubblicato il suo primo volume in lingua tedesca Die alchymische Rose (Edition Löcker, tradotto da Franziska Raimund), che schiude ai lettori un mondo inteso come esperienza del mistero – in una contemplazione che è intimamente poetica e spirituale insieme.
Muriel Pic, nata nel 1974 a Nizza, editrice e traduttrice in francese di Walter Benjamin e di W.G. Sebald, riflette, nella sua opera Elegische Dokumente (Wallstein 2018, tradotto in tedesco da Lukas Bärfuss), sui dati sensibili del presente, sullo sfondo della grande tradizione culturale (Thomas Morus, Kafka, Brecht, Hannah Arendt e altri) in un concerto di intelletto e di sensi. Il nuovo volume di poesie Gemeinsame Sprache (Dörlemann 2021) dell’autore svizzero Jürg Halter, nato a Berna nel 1980, uno dei pionieri del nuovo movimento tedesco dello spoken word, riscopre il mondo inteso come caleidoscopio dello stupore, spaziando dal big bang all’evasione fiscale, dai graffiti all’eternità, per esempio con poesie d’amore di una „meravigliosa leggerezza“ (Neue Zürcher Zeitung).
Ulrich Koch, nato nel 1966, è un maestro degli scintillanti paradossi che pongono le loro radici in un mondo di sentimenti che è al contempo intenso e differenziato – le sue poesie, nella loro cangiante autoironia e urgenza esistenziale, riescono a incatenare i lettori.
Donatella Bisutti è una delle voci più rappresentative nel panorama della poesia italiana contemporanea, non solo per la sua attività di scrittrice, ma anche per la sua attività di divulgatrice della poesia e di operatrice culturale, giornalista, fondatrice di riviste interdisciplinari e traduttrice.
Nata a Milano, vive attualmente a Genova. È stata per alcuni anni giornalista e inviata per diverse riviste edite da Mondadori; ha pubblicato per la collana I grandi di tutti i tempi, volumi su Kruscev, Defoe, Hogarth. Lascia poi il giornalismo militante negli anni 80 per dedicarsi alla letteratura. Ha collaborato alle pagine culturali di diverse testate, tra cui Millelibri di Giorgio Mondadori. Ha debuttato come poeta nell’80 sull’Almanacco dello Specchio, Mondadori e poi con il volume Inganno ottico, tradotto in Francia dal poeta Bernard Noël.
Tra le raccolte di poesia ricordiamo Colui che viene, edizione Interlinea; Rosa Alchemica, edizione Crocetti; Un amore con due braccia, edizioni Lietocolle; Dal buio della terra, edizioni Empiria, Sciamano, Delta 3 Edizioni. Ha ricevuto diversi premi importanti tra cui il Montale, il Lerici Pea e il Camaiore, e il premio alla carriera della Fondazione Terzo Pilastro - Ritratti di poesia. E’stata tradotta in varie lingue, compreso l’arabo e il giapponese, e ha partecipato a molti festival in Italia e all’estero, tra cui il festival di poesia di Kyoto e quello di Dubai, è stata ospite di varie residenze di scrittura straniere tra cui la Bogliasco Foundation di cui è Fellow e con cui collabora stabilmente. E’stata invitata a numerosi readings in Italia e all’estero, tra cui la Columbia University e l’Istituto di Italiano di Cultura di Stoccolma, Palazzo Marino a Milano e la Biblioteca della Camera dei Deputati a Roma.
È di recente uscita a Kyoto, in Giappone, una raccolta di sue poesie insieme ai versi della nota poetessa giapponese Chiyo Kitahara. Recentemente è stata pubblicata, per le edizioni del PEN Club di Vienna, la sua raccolta Rosa Alchemica, in traduzione tedesca ad opera di Franziska Raimund.
Ha scritto il romanzo Voglio avere gli occhi azzurri pubblicato da Bompiani. E’ noto il suo saggio La poesia salva la vita pubblicato da Mondadori e ora nei Tascabili Feltrinelli. Ha svolto un’innovativa opera di divulgazione della poesia per i ragazzi con L’Albero delle parole, Le parole magiche e La poesia è un orecchio (Feltrinelli Kids), laboratori nelle scuole, aggiornamenti per gli insegnanti e master universitari in Scienza della Formazione. Per i bambini ha pubblicato le filastrocche Storie che finiscono male, Einaudi Ragazzi 2017. Ha fondato le riviste Poesia e Spiritualità e Poesia e Conoscenza on line e cartacea. Ha pubblicato il Manifesto della Nuova Poesia Umanista. (aise)