ITALIAN COUNCIL: L’ARTE ITALIANA NEL MONDO

 ITALIAN COUNCIL: L’ARTE ITALIANA NEL MONDO

ROMA\ aise\ - Il Ministro per i beni e le attività culturali Alberto Bonisoli ha annunciato oggi la dotazione di 1.900.000 euro per il nuovo bando “Italian Council”, programma a supporto dell’arte contemporanea italiana promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP), con la commissione esaminatrice presieduta da Federica Galloni, Direttore DGAAP, e composta da esperti di alto profilo come Bartomeu Marí Ribas, direttore del MALI - Museo de Arte de Lima; Marco Scotini, direttore del dipartimento di Arti Visive e Studi Curatoriali della NABA; Claudio Varagnoli, architetto e docente all’Università di Chieti; e Angela Vettese, storica dell’arte, critica e docente allo IUAV di Venezia.
Sempre oggi sono stati proclamati i 16 progetti vincitori della precedente edizione.
“Il supporto all’arte contemporanea italiana è per noi una priorità. Sostenere il talento dei nostri artisti significa promuovere attivamente un settore di importanza strategica affinché il nostro Paese possa interagire a livello internazionale in modo competitivo e presentarsi come realtà dinamica e attrattiva per il resto del mondo”, ha commentato il Ministro. “Italian Council è un programma unico che fornisce un contributo determinante. È per questo che abbiamo deciso di puntare sul progetto, lanciando un nuovo bando con risorse per 1.900.000 euro”.
Per Federica Galloni “i risultati ottenuti con Italian Council sono stati eccezionali. Dal 2017 abbiamo contribuito alla realizzazione di 40 progetti e registrato il coinvolgimento di 50 Paesi. Siamo orgogliosi di poter incrementare e rinnovare un programma che assicura un contributo concreto alla crescita dell’arte contemporanea italiana. Con il primo bando del nuovo corso abbiamo premiato 16 progetti, con il secondo consolidiamo il nostro impegno e portiamo a più di 4.000.000 di euro i fondi messi a disposizione per il 2019”.
Il nuovo Italian Council, tra le principali novità, amplia le tipologie di attività finanziabili: tra queste, non solo la realizzazione di opere d’arte, ma anche iniziative come mostre, partecipazione a manifestazioni internazionali o residenze all’estero.
I progetti vincitori per queste nuove tipologie sono stati presentati da Associazione Culturale Ottovolante, Kunstmuseum Luzern, Steirischer Herbst Festival GMBH, La Biennale de Lyon e vedranno coinvolti Stefania Noemi Artusi, Marion Baruch, Stefano Cagol, Riccardo Giacconi, Davide Mancini Zanchi, Andrea Masu, Giovanni Rendina e Nico Vascellari.
Per i progetti relativi alla realizzazione di opere d’arte sono stati invece selezionati i lavori di Mario Airò, Ettore Favini, Flatform, Christian Fogarolli, Andrea Mastrovito, Marzia Migliora, Maria D. Rapicavoli – MDR, Namsal Siedlecki, Giulio Squillacciotti, Emilio Vavarella e Zimmerfrei.
Gli artisti vincitori sono stati presentati rispettivamente da Fondazione Malvina Menegaz per le arti e le culture, Associazione Culturale Connecting Cultures, Museo Nazionale del Cinema, Associazione Culturale TRA - Treviso Ricerca Arte, Associazione Culturale Casa Testori, Fondazione Galleria D'Arte Moderna e Contemporanea Silvio Zanella - Museo MA*GA, The Shelley and Donald Rubin Foundation for the 8th Floor, Fondazione Pastificio Cerere, Associazione Culturale Careof, Associazione Culturale Ramdom e Associazione Culturale ON.
Per il nuovo bando possono presentare domanda di partecipazione artisti, curatori, critici, musei, enti pubblici e privati senza scopo di lucro, istituti universitari, fondazioni, comitati formalmente costituiti e associazioni culturali, purché tutti no profit e ogni progetto dovrà prevedere la collaborazione con realtà internazionali e/o una fase di promozione all’estero.
Il bando è disponibile a questo link.
Per partecipare è necessario registrarsi al sito dedicato e caricare la domanda e i moduli allegati, entro le ore 12 del 30 settembre 2019.
Italian Council è il programma promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del MiBAC, diretta da Federica Galloni, nato nel 2017 per finanziare la creazione di opere realizzate da artisti italiani e incrementare le pubbliche collezioni museali, nella cornice di una maggiore promozione internazionale degli artisti italiani.
I primi 5 bandi hanno ricevuto 220 proposte da istituzioni culturali di 60 Paesi, e finanziato, con 4 milioni di euro, la realizzazione di 40 progetti. Nel 2019, in virtù del successo ottenuto, il bando è stato rinnovato ed ampliato, con uno stanziamento di 3.600.000 euro per i due bandi della nuova edizione.
Il progetto ha ampliato il suo raggio d’azione finanziando non solo progetti che prevedano la realizzazione di un’opera d’arte, ma anche, tra gli altri, progetti editoriali, mostre, partecipazione a manifestazioni internazionali o residenze all’estero. Ampliata anche la platea dei soggetti che possono presentare domanda di partecipazione, tra cui anche artisti, curatori e critici.
Nelle scorse edizioni sono stati premiati Yuri Ancarani, Giorgio Andreotta Calò, Nico Angiuli, Salvatore Arancio, Francesco Arena, Stefano Arienti, Rosa Barba, Elena Bellantoni, Elisabetta Benassi, Riccardo Benassi , Filippo Berta, Francesco Bertelé, Botto & Bruno, Leone Contini, Danilo Correale, Nicolò Degiorgis, Rä di Martino, Sara Enrico, Lara Favaretto, Flavio Favelli, Anna Franceschini, Eva Frappiccini, Alice Gosti, Sonia Leimer, Armin Linke, Eva e Franco Mattes, Margherita Moscardini, Maurizio Nannucci, Mimmo Paladino, Diego Perrone, Cesare Pietroiusti, Mario Rizzi, Antonio Rovaldi, Marinella Senatore, Diego Tonus, Luca Trevisani, Patrick Tuttofuoco, Alterazioni Video, Luca Vitone. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi