"Dante 700": le foto di Massimo Sestini nella sede Unesco

PARIGI\ aise\ - Si consolida la cooperazione bilaterale tra Italia e UNESCO celebrando un modello universale di impegno civile, riferimento essenziale per la cultura italiana. È stato il sottosegretario agli esteri Benedetto Della Vedova ad inaugurare oggi pomeriggio – via web – la mostra fotografica “Dante700” allestita nella sede UNESCO di Parigi. Presente alla cerimonia nella hall Ségur e Ségur il Vice-Direttore Generale per la Cultura Ernesto Ottone Ramírez.
L’evento, spiega la Delegazione permanente d'Italia, si inserisce nell'ambito delle celebrazioni del 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri (1265-1321), a cui l'UNESCO è associato.
L’esposizione presenta 20 fotografie del fotoreporter Massimo Sestini e le riproduzioni di un portale di legno proveniente da Palazzo Vecchio a Firenze, ornato con il ritratto di Dante e Petrarca su un disegno di Sandro Botticelli. Opere che invitano a viaggiare tra passato e presente nei luoghi del poeta, per scoprire il suo patrimonio sempre vivo, che parla a tutti i popoli.
Alle presentazioni istituzionali è seguito un breve interludio musicale del duo di flautisti, Patrick Blanc e Samuel Casale, che hanno eseguito alcuni madrigali con degli strumenti d'epoca, per dare un assaggio della musica che Dante poteva ascoltare ai suoi tempi.
La mostra potrà essere visitata nella hall Ségur dal personale UNESCO e delle Delegazioni permanenti fino al 15 aprile, nel rispetto delle disposizioni sanitarie in vigore. (aise)