“INSEGNARE L’ITALIANO A DISTANZE VARIABILI”: LA DANTE AL SEMINARIO DELL’UNIVERSITÀ DI MACERATA

ROMA\ aise\ - La Società Dante Alighieri partecipa al seminario online “Insegnare l’italiano L2/LS a distanze variabili: sfide, esperienze e nuovi scenari”, organizzato dall’Università di Macerata nell’ambito del Master Italint, che si terrà venerdì prossimo, 4 dicembre. Nel suo intervento la dott.ssa Barbara D’Annunzio, Responsabile dei Progetti formativi della Dante, presenterà i nuovi contesti e i nuovi approcci per l’insegnamento dell’italiano LS/L2 in ambienti educativi digitali. Le iscrizioni sono aperte fino a giovedì 3 dicembre.
Per accedere all’evento sulla piattaforma Blackboard Collaborate è necessaria l’iscrizione al link: https://forms.gle/bMJFaJHkwpS9hCALA.
Carlo Pongetti, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata, aprirà il dibattito, assieme a Francesca Chiusaroli, Delegata del Rettore per i servizi linguistici e per lo sviluppo delle competenze linguistiche. Edith Cognigni, dell’Università di Macerata, introdurrà l’incontro assieme Elisabetta Micciarelli, Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri. Poi sarà la volta di Paola Leone, Università del Salento, Barbara D’Annunzio, Responsabile Progetti Formativi della Società Dante Alighieri, con un intervento su “il mondo in italiano: nuovi contesti e approcci per l’insegnamento dell’italiano LS/L2 in ambienti educativi digitali”, e ancora Giorgio Massei, Laboratorio di lingua e cultura italiana – Edulingua, poi Daniele Donati e Angela Bernardi, Scuola “Campus Magnolie”, Noemi Nespoli e Francesca Vitrone in dialogo con le/i corsiste/i del Master Italint ’19-’20. (aise)