LA TRAGEDIA DEL VENDICATORE: IL PICCOLO DI MILANO A SAN PIETROBURGO PER LE OLIMPIADI DEL TEATRO

LA TRAGEDIA DEL VENDICATORE: IL PICCOLO DI MILANO A SAN PIETROBURGO PER LE OLIMPIADI DEL TEATRO

SAN PIETROBURGO\ aise\ - In occasione delle Olimpiadi del Teatro, festival internazionale che propone a San Pietroburgo una vetrina delle più importanti istituzioni teatrali nel mondo, l’Italia sarà rappresentata dal Piccolo Teatro di Milano, con l’opera di punta dell’attuale stagione, “La tragedia del vendicatore” di Thomas Middleton.
Scritta nei primi anni del regno di Giacomo I, tra il dilagare della corruzione e del malcostume, “La tragedia del vendicatore” riflette una visione del mondo cupa e disperata: isolamento ascetico e rinuncia sembrano l’unica via per sfuggire all’azione inquinante del potere. Middleton, contemporaneo di Shakespeare, si affermò in una Londra teatro di cambiamenti dirompenti; era un tempo di boom economico e bancarotta, regnava un enorme malcontento, colpevolmente ignorato, che fu sul punto di distruggere il mondo dei due autori. Leggendo Middleton si percepisce una minaccia incombente alimentata dal rancore e dall’ingiustizia. Ci parla di un governo corrotto, invischiato in loschi affari, e di un popolo che si compra al prezzo dei beni di consumo. Descrive una società ossessionata dal sesso, dalla celebrità, dalla posizione sociale e dal denaro, dominata dal narcisismo e da un bisogno compulsivo di autorappresentarsi per convincere gli altri, ma soprattutto se stessi, di essere buoni e belli.
Lo spettacolo andrà in scena oggi e domani, 29 e 30 giungo, sempre alle 19.00 al Teatro Alexandriski. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi