L’ITALIA ALLO “SLOW FILME” DI BRASILIA: FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA E ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE

L’ITALIA ALLO “SLOW FILME” DI BRASILIA: FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CINEMA E ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE

BRASILIA\ aise\ - Avrà luogo al Centro Culturale Renato Russo di Brasilia, tra l’1 e il 4 agosto, il Festival Internazionale di cinema e alimentazione sostenibile “Slow Filme”, patrocinato anche dall’Ambasciata d’Italia in Brasile.
La rassegna, giunta alla sua decima edizione, arriva per la prima volta nella capitale brasiliana e conta 23 produzioni - tra lunghi, corti e medio metraggi - di diversi paesi, inediti in Brasile e premiati in grandi festival internazionali.
Ma non sarà solo cinema. Infatti, Slow Filme rappresenta l’incontro tra la settimana arte e il meglio della gastronomia mondiale sostenibile, fondendo cinema, cibo e ambiente.
La cucina come identità popolare è il tema centrale dei film italiani in programma: “I Villani”, lungometraggio di Daniele De Michele, “Il Ritorno”, documentario di 12 minuti di Roberto Rabitti basato sui principi gastronomici dello chef stellato Massimo Bottura, “Quando l’Italia mangiava in bianco e nero”, documentario di 20 minuti di Andrea Gropplero di Troppenburg, e “Slow food story”, documentario di 74 minuti di Stefano Sardo che narra delle origini dello Slow Food nel mondo con il creatore del movimento Carlo Petrini, che sarà proiettato nella notte d’apertura e che rappresenta anche il tema centrale del festival: ritorno alla tradizioni alimentari, rispettando l’identità dei popoli e utilizzando prodotti locali e naturali con una giusta retribuzione per i produttori.
La festa dei sapori e della consapevolezza, com’è stato ribattezzato negli anni il festival Slow Filme, offre una programmazione di qualità (disponibile a questo link), riunendo proiezioni di film, dibattiti, passeggiate, degustazioni e conferenze, il tutto con ingresso gratuito. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi