Panama: l’Ambasciata presenta al Teatro Nacional “Questionario: azione teatrale con arie”

PANAMA\ aise\ - Nella splendida cornice del Teatro Nacional, situato nel cuore del Casco Antiguo della Città di Panama e progettato a inizio novecento dall’architetto italiano Gennaro Ruggeri, di fronte a un selezionato pubblico composto da autorità ed esponenti del mondo dell’arte e della cultura (con numeri contingentati, nel rispetto delle regole e limitazioni anti-Covid), l’Ambasciata d’Italia a Panama ha presentato lunedì scorso, 13 settembre, l’opera contemporanea “Questionario: azione teatrale con arie”.
Scritta dal Maestro Riccardo Riccardi e interpretata dal soprano panamense Susan Samudio, Questionario - una produzione italo-panamense, realizzata grazie al sostegno finanziario dell’Ambasciata - si colloca nel solco della una crescente cooperazione culturale tra Italia e Panama, che rappresenta un elemento di rilievo nelle relazioni bilaterali tra i due paesi. Lo spettacolo ha voluto celebrare anche i programmi di formazione offerti dall’Italia in campo musicale: alcuni dei giovani protagonisti dello spettacolo hanno infatti usufruito, grazie a borse di studio del Conservatorio di Santa Cecilia, di periodi di studio e perfezionamento artistico in Italia.
Nel suo discorso di benvenuto l’Ambasciatore Ambrosetti ha sottolineato l’impegno dell’Ambasciata a favore della cooperazione culturale come strumento di dialogo, rimarcandone l’importanza quale dimensione prioritaria della vita individuale e collettiva, soprattutto in una difficile fase storica come quella segnata dalla pandemia. Il successo ottenuto dall’opera “Questionario” - testimoniato dall’entusiastica partecipazione del pubblico del Teatro Nacional e dalla copertura dell’evento da parte dei media locali - ha rappresentato una ulteriore tappa in un percorso che ha voluto valorizzare in maniera articolata le proposte artistiche e le differenti forme della cultura italiana contemporanea.
Particolarmente efficace è risultata l’ideazione e la realizzazione artistica della pièce teatrale: la commistione del linguaggio teatrale con la musica, la riflessione sulla pervasività della dimensione digitale in un futuro immaginato ma assai vicino, attraverso la crescente influenza dell’intelligenza artificiale nella nostra quotidianità, danno vita a uno spettacolo di grande originalità, la cui messa in scena come prima mondiale è stata caratterizzata da un forte impatto comunicativo in cui si sono mischiati elementi di provocatoria ironia e riflessione critica sul cambiamento della nostra identità individuale e sociale. (aise)