Roma æterna o la costruzione di un mito: presentata in Messico la mostra

ROMA\ aise\ - È stata presentata nei giorni scorsi anche in Messico, alla presenza dell’Ambasciatore italiano, Luigi De Chiara, la mostra virtuale che resterà a disposizione di tutti fino a dicembre, “Roma æterna”, ideata e sviluppata presso il Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre, che riflette sulla secolare stratificazione di Roma, in cui convivono l’antico e il moderno e dove nel corso dei secoli, ha preso forma un amalgama unico di linguaggi, stili, splendore e decadenza. La mostra si divide in 6 sezioni, di cui l’ultima è dedicata proprio al rapporto tra Roma e Messico.
Roma, infatti, a differenza di altre capitali europee, imparò a difendersi da distruzioni e trasformazioni radicali, conservando in modo esemplare l’essenza e il significato del suo passato.
Le opere, presentate in mostra, testimoniano fasi storiche diverse, offrendo interpretazioni e letture differenti: dalla percezione di un viaggiatore straniero o attraverso l’occhio di un artista che cerca di catturare la bellezza anche in un edificio allo stato di rudere. In altri casi l’opera riflette la visione celebrativa di chi governa la città.
La potenza dell’Impero Romano, il crepuscolo medievale, lo splendore rinascimentale, la ricchezza del Barocco, la nostalgia del Romanticismo costituiscono l’asse portante di questa mostra, che racconta, attraverso l’opera dei grandi maestri della storia dell’arte, l’evoluzione di una città destinata, sin dalla sua fondazione, a consolidarsi in mito.
Il percorso virtuale si basa su sei sezioni tematiche:
1. La costruzione del mito
2. Uso, reimpiego e stratificazione
3. Il recupero dell’antichità
4. Il trionfo del Barocco nello spazio pubblico
5. La riscoperta dell’antichità
6. Roma æterna nel Messico centenario.
L’iniziativa s’inserisce nell’ambito della Missione di Collaborazione tra l'Università Roma Tre e l'Instituto Nacional de Antropología e Historia. Curatrice della mostra: María Margarita Segarra Lagunes. Curatore della sezione Roma æterna del Messico centenario: Carlos Germán Gómez López. (aise)