“ADAMELLO ULTRA TRAIL”: PRESENTATA A MILANO LA CORSA IN MONTAGNA SUI TRACCIATI DELLA GRANDE GUERRA

 “ADAMELLO ULTRA TRAIL”: PRESENTATA A MILANO LA CORSA IN MONTAGNA SUI TRACCIATI DELLA GRANDE GUERRA

MILANO\ aise\ - “L'“Adamello Ultra Trail” - sui camminamenti della Grande Guerra”. È questo il titolo della manifestazione internazionale che abbina sport e cultura e che dal 20 al 22 settembre porterà gli amanti della corsa, professionisti ed amatori, in Lombardia, nei percorsi dove fu combattuta la Grande Guerra oltre un secolo fa.
Questa iniziativa dà “lustro alla nostra Lombardia e alle sue bellezze” hanno sottolineato gli assessori della Regione Lombardia Martina Cambiaghi (Sport e Giovani) e Davide Caparini (Bilancio, Finanza e Semplificazione). “I suoi percorsi - hanno continuato durante la conferenza di presentazione - sono di grande spettacolarità, attraversano luoghi suggestivi dell’Alta Valle Camonica, importanti per la nostra storia”.
L'“Adamello Ultra Trail” prevede cinque gare di diversa difficoltà e lunghezza e una prova podistica riservata ai bambini. Sono articolati sui tracciati che hanno segnato pagine indelebili della Grande Guerra. “Questa manifestazione sportiva è per tutti - ha detto l'assessore Cambiaghi -. La gara è in grado di portare atleti professionisti e amatori, turisti e semplici appassionati, sulle splendide montagne della nostra Lombardia. Può essere considerata un motore economico a 360 gradi, capace di far vivere emozioni a chiunque, permettendo a molti di scoprire i comprensori di Ponte di Legno e del Tonale, che offrono attrattive di ogni tipo per i turisti e gli appassionati del trekking di montagna”.
“Ricordo con piacere di aver partecipato alla prima edizione di questa manifestazione, che valorizza anche il nostro patrimonio storico culturale, con una chiave vincente - ha specificato l'assessore Caparini, grande appassionato di corsa -. È una gara cresciuta negli anni, con uno sforzo che ha portato qualità, grazie anche all'assistenza puntuale agli atleti fornita sul tracciato e al supporto assicurato nel corso di tutto l'evento. La bellezza delle nostre montagne è indiscutibile e apprezzo il grande impegno dell'organizzazione per metterla in evidenza, valorizzandola sempre meglio, di anno in anno”.
“Questa manifestazione è un biglietto da visita delle bellezze della nostra regione, più che mai fondamentale ora che ci accingiamo a organizzare le Olimpiadi del 2026” - ha aggiunto Cambiaghi -. “In vista dell'appuntamento a Cinque cerchi ci proponiamo come meta turistica internazionale. La nostra è una regione di eccellenza, dalla sanità all'accoglienza turistica, con aree di grande bellezza che lo sport può mettere in luce, anche a livello internazionale. L'“Adamello Ultra Trail” si svolge in aree confinanti con il teatro principale di Milano-Cortina, la Valtellina. È anche con eventi come questi che promuoviamo le nostre montagne, per farle conoscere al di fuori della Lombardia e dell'Italia. Le Olimpiadi rappresentano un'occasione per migliorare i collegamenti con queste zone, incentivare la pratica dello sport e per promuovere stili di vita sani, soprattutto tra i ragazzi” ha concluse infine Camparino. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi