Agenda 2030 e Sviluppo Sostenibile protagonisti al Padiglione Italia ad Expo Dubai

DUBAI\ aise\ - Una giornata interamente dedicata ai temi dell’Agenda 2030 dell’ONU e dello Sviluppo Sostenibile. A confronto, nel Padiglione Italia a Expo Dubai, rappresentanti delle istituzioni e del mondo accademico e vertici delle principali aziende del Paese.
Il primo forum, A Shared Sustainable Recovery Based on the SDGs - organizzato in collaborazione con Unione Europea e ASviS – è stato caratterizzato dell’intervento del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini. “In Italia stiamo cercando di cambiare il corso delle nostre politiche attraverso dei cambiamenti sistemici. Prima di tutto, modificando la Costituzione. Era una proposta che abbiamo fatto con ASviS”, ha dichiarato Giovannini.
Nella seconda parte dell’evento i rappresentanti di alcune delle principali aziende Partner del Padiglione Italia hanno descritto le buone pratiche del settore privato in ottica di sostenibilità e nel perseguimento degli obiettivi - gli SDGs - dell’Agenda. Sono intervenuti: Marco Troncone, Chief Executive Officer di Aeroporti Di Roma; Renato Mazzoncini, Chief Executive Officer di A2A; Mario Cerutti, Chief Institutional Relations and Sustainability Officer di Lavazza Group. Le conclusioni finali sono state di Daniela Bernacchi, Executive Director dell’UN Global Compact Network Italy, e di Giulio Lo Iacono, Executive Coordinator di ASviS.
Nel pomeriggio è invece andato in scena Universities in action for the UN 2030 Agenda. The UN Decade of Action by Higher Education Institutions, organizzato in collaborazione con la RUS (Rete delle Università Sostenibili). In questo secondo forum, le stesse tematiche connesse alla sostenibilità e all’Agenda 2030 sono state affrontate dal punto di vista universitario.
Con gli interventi della Ministra dell’Università a della Ricerca Maria Cristina Messa, del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini e della Presidente del Comitato di coordinamento RUS Patrizia Lombardi, le università - con studenti e studentesse – si sono confrontate sul loro ruolo all'interno della UN Decade of Action incentrato sulle tre P: People, Planet e Prosperity. (aise)