Antiquariato e collezionismo vintage a Parma: tutto pronto per il Mercanteinfiera 2022

PARMA\ aise\ - Una sorta di jam-session dell’antiquariato, del design storico e del collezionismo vintage. Così si definisce Mercanteinfiera, una delle fiere più eterogenee d'Italia. Una sinfonia di bellezze disparate che torna a Parma dall'1 al 9 ottobre per la sua edizione autunnale.
In mostra 1000 espositori distribuiti in quattro padiglioni su una superficie espositiva di 40mila mq. Attesi 5000 buyer provenienti, oltre che dall'Italia, da USA, Francia e Cina. Ad attirarli è la lucida follia dell'evento, dove non è inusuale scovare un bassorilievo fiorentino del ‘700 a fianco di un raro ventaglio dei primi del ‘900 da atmosfere burlesque.
E magari, negli stand limitrofi, un quadro astratto di Sonia Delaunay vicino a un eccentrico porta profumi in opalina rosa del 1870. Ma soprattutto il design, quello storico d'autore e quello dei maestri del secondo Novecento come Gio Ponti e Vico Magistretti. Senza dimenticare l’antiquariato, che spazia dal 500 all’800, dai gioielli all’orologeria vintage (Rolex, Audemars Piguet, Vacheron Constantin, Patek Phlippe, Hublot) e la moda d’antan.
Accanto all'aspetto commerciale, quello più prettamente artistico. Quattro le collaterali che accompagnano la fiera.
Una selezione di dipinti e di oltre 6.000 figurini raccontano la carriera delle sorelle Fontana, protagoniste illuminate dell'Alta Moda italiana. Dal disegno all’archivio: gli originali della collezione Fontana racconta della parabola di due stiliste che hanno contribuito, per merito anche del loro stile congeniale al mondo del cinema, a fare conoscere lo stile italiano nel mondo.
Come indubbiamente geniale fu Alessandro Volta, al quale è dedicata un'esposizione composta da opere e oggetti legati all'inventore della pila. Lampi di genio, Alessandro Volta precursore della sostenibilità espone, tra le altre opere, una rara litografia di Marcello Dudovich, raffigurante l’esposizione internazionale del 1899, tenutasi in occasione delle celebrazioni voltiane, e la celebre pila a dischi in zinco e rame.
La mostra fotografica Quei temerari delle strade bianche. Nuvolari, Varzi, Campari e altri eroi alla Cuneo-Colle della Maddalena racconta alcune edizioni salienti della sfida automobilistica. Gli scatti, di Adriano Scoffone, sono già stati presentati a Milano in occasione di Mia Photo Fair, nuovo partner di Fiere di Parma, che organizza anche Mercanteinfiera.
Sempre la fotografia al centro di Number 8: collezione Fiere di Parma – Otto opere per una nuova Collezione d’Arte, che illustra appunto le ultime aggiunte alla collezione privata dell'ente organizzatore. Dagli scatti di Camilla Borghese e Laetitia Ky, di Maddalena Barletta e Regina Anzenberger passando per Santi Caleca e Gianpiero Fanuli. (aise)