CREMONA: LA TRADIZIONALE “FESTA DEL TORRONE” NEL SEGNO DI LEONARDO

CREMONA: LA TRADIZIONALE “FESTA DEL TORRONE” NEL SEGNO DI LEONARDO

MILANO\ aise\ - L'edizione del 2019 della Festa del Torrone di Cremona omaggia Leonardo Da Vinci celebrandone il genio e la creatività. Per onorare il grande maestro verrà realizzata anche con una maxi scultura di torrone che riproduce l'Uomo Vitruviano realizzata dal maestro cioccolatiere Mirco Della Vecchia.
Da sabato 16 a domenica 24 novembre torneranno ad accendersi i riflettori della manifestazione divenuta ormai un punto di rifermento per appassionati, golosi e addetti ai lavori. L'iniziativa è stata presentata nei giorni scorsi a Milano, nella sede della Regione Lombardia, dal presidente Attilio Fontana, con gli assessori al Turismo, marketing territoriale e moda, Lara Magoni, e all'Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi, Fabio Rolfi. Sono intervenuti l'assessore alla Città vivibile e alla rigenerazione urbana di Cremona, Barbara Manfredini, e l'amministratore delegato di Sperlari, Piergiorgio Burei.
"Una esperienza da vivere - ha detto il presidente Fontana - E chi non c'è stato ci vada. Complimenti per l'iniziativa e i tanti eventi in programma. Credo che una città con tante eccellenze come Cremona dimostri di saperle sfruttare in maniera opportuna e questa festa contribuisce a promuovere il territorio, a fare in modo che questa eccellenza sia sempre più conosciuta, con tante persone che arrivano anche dall'estero".
La scorsa edizione Cremona ha contato 350mila presenze in 9 giorni, 85 tonnellate di torrone venduto e 280 eventi culturali, di animazione ed intrattenimento.
"La crescita mostrata in questi anni - ha ricordato l'assessore Rolfi - dimostra che si è lavorato per rilanciare la ricchissima tradizione di Cremona. L'agroalimentare, le produzioni locali, l'artigianalità e la creatività sono diventati tutti elementi di promozione del territorio. Il turista sceglie ormai in funzione dell'identità e di quello che viene valorizzato e caratterizza i luoghi. Chiavi importanti del successo di questo evento. Non è solo un prodotto, il torrone, ma un mondo da raccontare. È sapienza, lavoro sedimentato negli anni per migliorare sempre più il prodotto".
Cremona, ha detto l'assessore Magoni, “rappresenta un importante driver di promozione turistica a livello nazionale e internazionale. Con oltre 350 mila presenze nel 2018, il capoluogo del Torrazzo, con il suo territorio, è una vera e propria eccellenza per la Lombardia. E la festa del Torrone rientra ormai a pieno titolo nel percorso di valorizzazione delle tradizioni che fanno grande la nostra regione. Stiamo parlando di un prodotto che è una vera e propria emozione: la sua unicità rappresenta al meglio lo stile del Made in Italy e porterà a Cremona migliaia di turisti, che poi avranno modo di apprezzare le bellezze artistiche, paesaggistiche e percorsi enogastronomici di grande spessore. Un successo, la Festa del Torrone, che in questa edizione si unisce alla genialità del grande Leonardo Da Vinci: i 500 anni del grande maestro saranno raccontati anche attraverso la storia delle prelibatezze gastronomiche cremonesi".
GLI EVENTI IN PROGRAMMA
Obiettivo della società che ormai da 12 anni organizza la manifestazione è superare il grande successo degli ultimi anni, e per farlo punterà su appuntamenti ormai divenuti tradizioni ma anche su molte novità, tra le quali la rievocazione del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti, sculture giganti o costruzioni particolari come una fiaccola olimpica di torrone in onore dell'assegnazione delle olimpiadi invernali Milano Cortina 2026, un'immensa lastra di torrone lunga 10 metri e tra le novità il “Premio Bontà”, istituito dall'azienda Rivoltini, che per questa edizione verrà assegnato a Marco Stabile, chirurgo e socio fondatore di Aicpe onlus, un'associazione formata da chirurghi plastici estetici nata con lo scopo di svolgere attività di beneficenza e solidarietà in favore di persone svantaggiate, con particolare attenzione ai Paesi in via di sviluppo.
Un omaggio sarà dedicato anche al successo ottenuto da Milano e Cortina per l'assegnazione delle Olimpiadi del 2026 grazie alla collaborazione con l'associazione “Thisability” che ha fatto breccia nel cuore della Festa del Torrone già dallo scorso anno.
"Non posso che essere orgoglioso anche per l'attenzione mostrata verso l'associazione Thisability - ha detto il presidente Fontana - che consente loro di partecipare a una iniziativa così bella sentendosi parte attiva. Buon lavoro e appuntamento a novembre a Cremona". (aise)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi