Export agroalimentare Trentino extra Ue: domani il convegno online

TRENTO\ aise\ - Il settore agroalimentare vanta performance positive anche in periodo di restrizioni da pandemia. Le esportazioni trentine in questo ambito, per quasi il 50%, hanno come destinazione Paesi al di fuori dell’Unione Europea. Per questo tipo di commercio, però, in molti casi è necessario essere accreditati a livello ministeriale o ottenere specifiche certificazioni. È importante quindi farsi trovare preparati in vista di nuove opportunità commerciali. E di questo si parlerà, con interventi di esperti e testimonianze aziendali, nel webinar, in calendario per mercoledì 14 aprile con inizio alle ore 11.00 dal titolo “Chi ben comincia è a metà dell’opera. Procedure di accreditamento all’esportazione extra UE di prodotti alimentari”, promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento.
In Trentino l’export agroalimentare vale 766,4 milioni di euro e rappresenta il 22% delle esportazioni totali. I settori di punta sono quelli di vino e bevande (53,4%), ortofrutta fresca (12,8%) e prodotti lattiero-caseari (11,3%). Il 49% delle esportazioni agroalimentari trentine è diretto a paesi extra UE, che hanno specifiche esigenze, spesso ancora poco conosciute dalle imprese locali.
Da qui l’idea del webinar, che serve per offrire alle realtà trentine una nuova occasione di crescita e formazione in chiave internazionalizzazione, approfondendo così le nuove tendenze sviluppate a seguito della pandemia, oltre ai motivi e alle modalità per ottenere l’accreditamento all’esportazione dei prodotti alimentari di origine animale e vegetale nei mercati extra Ue. Il programma prevede i saluti introduttivi di Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento, e Giulia Zanotelli, assessore provinciale all’Agricoltura e ambiente.
“Questo seminario – ha sottolineato l’assessore Spinelli - è frutto della positiva collaborazione tra la Provincia e Trentino Sviluppo per la definizione e il perfezionamento di strumenti volti ad accompagnare le imprese agroalimentari trentine sui mercati internazionali ed in particolare quelli extra europei. Essere presenti sui mercati internazionali rappresenta oggi una precondizione per sopravvivere e prosperare. Il mercato locale da solo non è sufficiente. Per questo è importate dotarsi degli strumenti e delle competenze necessarie”.
“Il tema dell’internazionalizzazione sarà sempre più centrale per le imprese. Il settore agroalimentare – ha osservato l’assessore Giulia Zanotelli -, si è distinto per le sue produzioni caratterizzate da eccellenza, qualità e sostenibilità, riconosciute a livello internazionale. La Provincia sta promuovendo l’innovazione, la ricerca e la formazione per rendere le nostre imprese ancora più competitive. Un altro tassello importante – ha proseguito – è quello del sostegno dei giovani nell’avvio di nuove realtà imprenditoriali. Stiamo pianificando diverse nuove iniziative, tra cui anche un disegno di legge sul biologico”.
Il webinar proseguirà poi con l’intervento: “Il settore agroalimentare in tempi di Covid: colonna portante dell’export made in Italy. Focus sugli scambi e le nuove tendenze nei Paesi extra UE”, a cura di Denis Pantini, Responsabile Agricoltura e Industria Alimentare di Nomisma. Sarà affrontato poi il tema “Accreditarsi all’esportazione dei prodotti alimentari di origine animale e vegetale extra UE” con Alberto Mattivi, Dirigente Veterinario APSS U.O. Igiene e Sanità Pubblica Sezione Veterinaria e Giuseppina Pezzarossi, Coordinatrice Tecnici della Prevenzione U.O. Igiene e Sanità Pubblica. Modera Mauro Casotto, direttore operativo di Trentino Sviluppo.
Seguiranno, prima delle conclusioni, le testimonianze aziendali, con la partecipazione di Fabio Bomè e Stefano Capelli, Quality and Export Manager di Bomè Srl, e di Federica Finco, CEO e Responsabile Export di Casearia Monti Trentini Spa. Le conclusioni vedranno l’intervento di Raffaele Farella, Dirigente UMSE Internazionalizzazione e Relazioni Economiche della Provincia autonoma di Trento. Modererà l’incontro Mauro Casotto, Direttore Operativo di Trentino Sviluppo. (aise)