INTERNAZIONALIZZAZIONE: DALLA GIUNTA DI BOLZANO UN SOSTEGNO PER IL MADE IN ALTO ADIGE

Internazionalizzazione: dalla Giunta di Bolzano un sostegno per il Made in Alto Adige

BOLZANO\ aise\ - La Provincia di Bolzano sostiene l'internazionalizzazione delle imprese sulla base della legge provinciale del 1997. Un sostegno economico che viene offerto a iniziative che portano sui mercati internazionali prodotti e servizi made in Alto Adige con l'obiettivo di aumentare la quota provinciale delle esportazioni mediante l'acquisizione di nuovi mercati.
"L'accesso ai mercati internazionali per molte aziende proprio in questo periodo di pandemia è particolarmente interessante e importante” sottolinea l'assessore provinciale all'economia, Philipp Achammer. Ier, 2 marzo, la Giunta provinciale ha adeguato le linee guida per la concessione di agevolazioni per l'internazionalizzazione delle imprese e modificato i criteri di concessione.
I criteri approvati nella giornata di ieri dalla Giunta provinciale consentono in futuro ad imprese del settore artigianato, industria, commercio e servizi di richiedere e ottenere il finanziamento non solo per la partecipazione di fiere fuori dall'Alto Adige o ad alcune fiere scelte in Alto Adige (Alpitec, Prowinter, Klimahouse, Interpoma, Agrialp, Agridirect, Hotel, Tipworld, Civil Protect), ma anche per partecipare a fiere che si svolgono in formato digitale. "Accanto alle spese per l'affitto dell'area, i costi per il noleggio dello stand, per l'installazione, per l'iscrizione e la partecipazione, saranno sostenuti anche i costi per partecipazione e realizzazione di materiale digitale necessario alla partecipazione a fiere digitali fino a un massimo di 15.000 euro" spiega la direttrice della Ripartizione Economia della Provincia Manuela Defant. Si intendono ad esempio architetture web per la partecipazione o connesse alle fiere stesse. L'agevolazione è concessa fino a un massimo del 50% per le prime due partecipazioni alla stessa fiera. Per le partecipazioni alla stessa fiera, successive alle prime due partecipazioni, l'agevolazione è concessa fino al 25%. I nuovi criteri fissano anche il contributo minimo a 2.000 e il contributo massimo a 300.000 euro l'anno.
Le domande devono essere presentate entro il 30 settembre dell'anno di realizzazione o di avvio dell'iniziativa all'Ufficio competente. Tutte le informazioni sulle agevolazioni e moduli per le domande possono essere reperiti e scaricati dalla pagina web della Provincia dedicata alle Agevolazioni all'economia per l'internazionalizzazione. (aise) 

Newsletter
Archivi