JAMES BOND A MATERA: SI GIRA DA METÀ AGOSTO

JAMES BOND A MATERA: SI GIRA DA METÀ AGOSTO

MATERA\ aise\ - 12 milioni di euro di investimento sulla città, circa 100 strutture ricettive interessate e 400 persone al lavoro per la produzione che sarà vista da oltre 150milioni di persone nel mondo solo nelle sale cinematografiche, senza contare il circuito dell’home cinema e degli altri canali distributivi. Sono i numeri di Bond 25, il nuovo film di 007 che sarà girato a Matera a partire dalla metà di agosto per circa 5 settimane. Le riprese, spiega il Comune della città, Capitale Europea della Cultura, interesseranno la quasi totalità dei Sassi che saranno protagonisti assoluti e unici delle avventure del più importante agente segreto del cinema.
L’operazione è stata illustrata oggi nella Sala Mandela del Comune di Matera alla presenza del Sindaco, dell’assessore alla Cultura e del responsabile dell’ufficio cinema del Comune di Matera, Raffaello de Ruggieri, Giampaolo D’Andrea e Ivan Moliterni, del direttore della Lucania Film Commission, Paride Leporace, dei manager della produzione per le scene girate in Italia, Enzo Sisti, Robin Melville, Serena Peleggi e dello Unit Production Manager, Matt Jones.
Il 25esimo film della saga di 007, l’ultimo probabilmente con Daniel Craig a vestire i panni dell’agente segreto britannico, uscirà nelle sale ad aprile 2020.
“Abbiamo scelto Matera perché è Matera”, ha detto Robin Melville. “La sceneggiatura prevedeva che bisognasse girare in Italia e abbiamo scelto Matera perché è una città unica”.
Per il sindaco Ruggieri “è un’opportunità incredibile per la città che avrà un impatto economico stimato nell’ordine di un punto di Pil dell’intera Basilicata e valenza mediatica difficilmente calcolabile. 007 è la storia del cinema. Poche città italiane hanno avuto il privilegio di essere immortalate nelle pellicole di questa straordinaria saga di successo e questo testimonia il livello di attrattività e di fascino che Matera riesce ad esercitare nel mondo”.
Soddisfatto anche Enzo Sisti: “ho trovato una città cresciuta. Matera ha raggiunto una qualità nel gusto e una dimensione culturale che fino a qualche anno fa vedevo solo in pochissime realtà italiane. Prevediamo che questo film possa avere un impatto terribilmente favorevole per la città. I film di Bond vengono visti in tutto il mondo e la vetrina mediatica sarà enorme”.
Una crescita, ha sottolineato Paride Leporace, “non solo economica e mediatica ma per tutto il settore cinematografico e per la scena creativa lucana”.
“Trattandosi di una produzione di grandi dimensioni è inevitabile che non sia invisibile”, ha evidenziato, in conclusione, Ivan Moliterni. “È in corso un processo di partecipazione e coinvolgimento della comunità che ci consentirà di far emergere soprattutto le opportunità e i valori offerti da questo film”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi