Oltre 228 mila Euro per la promozione dei vini liguri nei Paesi extra Ue

ROMA\ aise\ - Oltre 228 mila euro. È questa l'entità del finanziamento previsto da Regione Liguria per la campagna vitivinicola 2022/2023, destinata alla promozione dei vini liguri nei Paesi extra Ue. L'approvazione è arrivata dalla Giunta regionale, su proposta del vice presidente con delega all’Agricoltura Alessandro Piana, che ha reso disponibili i finanziamenti. Le misure coprono il 50% delle spese per le azioni promozionali e, per garantire l’accessibilità a un numero consistente di fruitori, definiscono come soglia minima di contributo concedibile 30 mila Euro per i progetti regionali e 1.000 Euro per ciascun paese terzo in cui si promuove il prodotto. Le domande e le proposte progettuali, devono pervenire le ore 12 del 31 agosto 2022 a mezzo posta certificata.
“L’alta qualità dei nostri vini e la necessità dei produttori di conquistare fette crescenti di potenziali acquirenti oltreconfine convergono verso rinnovate misure che garantiscano l’accesso ai mercati internazionali con strumenti competitivi ed efficaci s-spiega Piana-. Lo stanziamento, nel dettaglio, vede 114 mila Euro destinati a progetti regionali e la medesima quota per progetti multiregionali con partecipazione della Regione Liguria”.
Finanziamenti anche per l'artigianato ligure che festeggia l'allargamento alle imprese under 35 o neo-costituite per quanto concerne il finanziamento da 10,9 milioni di Euro attivato a luglio 2021 dalla Regione. "L'artigianato, specie in quest'ultimo periodo di crisi, si è confermato elemento di stabilizzazione occupazionale, radicamento sociale e sviluppo economico essenziale per la Liguria -sottolinea l'assessore alle Attività produttive Andrea Benveduti-. A poco più di un anno dall'attivazione di Garanzia artigianato Liguria, recependo le richieste delle associazioni di categoria, abbiamo deciso di aprire a giovani e neo imprenditori la possibilità di accedere a contributi a fondo perduto per un massimo di 20 mila Euro a domanda".
"Grazie a questa nuova opportunità -aggiunge l'assessore-, non solo le imprese interessate avranno la copertura regionale del 60% dell'investimento, ma potranno per la restante parte dell'investimento accedere a finanziamenti garantiti dai Confidi convenzionati a Garanzia artigianato Liguria". (aise)