Qualivita: il nome “Pizza Napoletana” potrà essere utilizzato solo da chi sarà certificato STG

ROMA\ aise\ - Solo il prodotto conforme al disciplinare di produzione registrato con il marchio di Specialità Tradizionale Garantita (STG) potrà chiamarsi “Pizza Napoletana”. È questa la storica notizia che emerge dall’analisi del Regolamento UE 2022/2313 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 307 del 28 novembre scorso che riporta l’iscrizione con riserva del nome Pizza Napoletana STG nel registro delle Specialità Tradizionali Garantite.
A rilanciare la notizia è la Fondazione Qualivita secondo cui la norma “potrebbe avere un impatto sui i ristoranti e le pizzerie di tutta Europa con la sanzione di tutti locali che dietro al nome Pizza Napoletana non hanno il prodotto certificato assoggettato ai controlli previsti”.
La svolta per questa specialità – registrata come Pizza Napoletana STG nel 2010 –, spiega Qualivita – è stata la richiesta del cambio del regime di protezione da “senza riserva del nome” a “con riserva del nome” al fine di salvaguardare la registrazione del prodotto in questione dopo che è stata abolita la possibilità di registrare nomi di prodotti agricoli e alimentari come STG senza riserva d’uso del nome.
Nessuno in Europa ha fatto opposizione alla richiesta pubblica lasciando via libera all’iscrizione con riserva del nome Pizza Napoletana STG. (aise)