Reas: a Montichiari il 21° Salone Internazionale dell’Emergenza

MILANO\ aise\ - Si chiama REAS, è il 21° Salone Internazionale dell’Emergenza, dunque una fiera specializzata nel terzo settore, si svolgerà dal 7 al 9 ottobre nel Centro Fiera di Montichiari (in provincia di Brescia), e, secondo quanto riportato dai vertici della Regione, sarà utile per promuovere l’internazionalizzazione del “modello Lombardia” nell’ambito del “sistema dell’emergenza”.
“Un appuntamento che coinvolge molti buyers esteri con un'ampia offerta espositiva”. Ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della fiera internazionale.
L'evento è organizzato dal Centro Fiera di Montichiari in partnership con Hannover Fairs International GmbH e con “Interschutz”, la fiera specializzata leader a livello mondiale che si svolge ogni quattro anni a Hannover (Germania).
“Questa rassegna - ha evidenziato ancora il presidente - assolve a quell'importante compito del sistema fieristico che consente di promuovere l'eccellenza lombarda, vetrina e - al contempo - trampolino di lancio per il sistema delle imprese, per gli operatori, per il Terzo Settore”. “La nostra - ha ricordato Fontana - è la terra natale del padre della Protezione Civile, Giuseppe Zamberletti, un varesino che è stato artefice di quel sistema efficiente - tutt'oggi consolidato - di previsione e prevenzione, di soccorso e organizzazione del servizio nazionale in tutte le sue componenti, di valorizzazione degli enti locali e del volontariato”.
“REAS - ha concluso il Governatore - rende giusto onore a quest'eccellenza lombarda che negli anni ha saputo crescere ed evolvere portandoci a primeggiare nel contesto nazionale e non. Si pensi ad AREU e al servizio “Numero Unico d'emergenza Europeo 112” modello per la gestione delle chiamate di emergenza esportato anche in altre Regioni italiane; ai nostri volontari che operano nelle associazioni dei vigili del fuoco, cui Regione presta sostegno per l'acquisizione di mezzi e dotazioni tecniche, da sempre - e in particolar modo nell'estate appena trascorsa - impegnati in missioni a vantaggio dell'intero territorio nazionale, non solo regionale; alla nostra organizzazione di Protezione civile, fiore all'occhiello della nostra Regione”.
Tra i numerosi eventi in programma, è previsto un convegno sulle misure adottate in Italia per affrontare l'emergenza umanitaria causata dalla guerra in Ucraina, a cui interverranno tra gli altri il capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, e l'ambasciatore ucraino in Italia, Yaroslav Melnyk. Una tavola rotonda sarà invece dedicata all'ultima campagna antincendio boschivo e alla collaborazione tra le varie regioni per gestire i roghi divampati anche quest'anno in tutta la penisola. Altri convegni riguarderanno il ruolo del volontariato nella protezione civile, il soccorso aereo, il trasporto di pazienti pediatrici o traumatizzati, le telecomunicazioni d'emergenza e la pianificazione e prevenzione dai rischi naturali ed antropici. In programma anche alcuni eventi collaterali, come un progetto educativo per i bambini sull'emergenza, un corso base per volontari di protezione civile e un'esercitazione interforze con la partecipazione di corpi dello stato e gruppi di volontariato. Prevista infine la consegna di alcuni premi: il “Trofeo Giuseppe Zamberletti” per l'antincendio e la Protezione civile, il “Trofeo Autista dell'Anno” per i conducenti dei veicoli dell'emergenza, il “Trofeo Cinofili da Soccorso” rivolto alle unità cinofile di protezione civile e il concorso fotografico “Fotografa l'emergenza in sicurezza”. (aise)