Di Stefano partecipa al Comitato Congiunto Italia-Asean

ROMA\ aise\ - “Oggi gettiamo le basi per un futuro radioso di amicizia e cooperazione tra Italia e ASEAN”. È stato il Sottosegretario agli esteri Manlio Di Stefano ad aprire questa mattina i lavori del Comitato Congiunto Italia-ASEAN (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico). Si tratta della prima riunione dall’avvio del Partenariato di Sviluppo tra l’Italia e l’organizzazione regionale, nel settembre del 2020.
Alla presenza del Vicesegretario Generale Singh e dei 10 Rappresentanti permanenti dei Paesi Membri ASEAN, Di Stefano ha illustrato l’impegno italiano verso l’Associazione per rafforzarne centralità ed efficacia nella regione dell’Indo-Pacifico, “centrale per il commercio internazionale e la libertà di navigazione”, e promuovere la tutela di principi e valori condivisi.
L’Italia collaborerà con l’ASEAN su 6 pilastri: questioni politiche e di sicurezza; connettività e relazioni economiche; scambi socio-culturali; agricoltura e ambiente (in vista della co-presidenza italiana della COP26); salute; cooperazione umanitaria.
Intervenuto sulla crisi in Myanmar, Di Stefano ha ribadito la ferma condanna del colpo di Stato del 1° febbraio e la richiesta di liberazione dei prigionieri politici: “l’Italia – ha confermato – sostiene la mediazione dell’ASEAN per il ripristino della transizione democratica nell’interesse del popolo birmano”. A seguito del colpo di Stato, tutte le attività non rientranti nell'ambito della cooperazione umanitaria sono state sospese.
“Grazie ad una maggiore interazione economica ed alle iniziative di connettività tra Europa e Asia con le risorse del Patto per l’Export ed il Partenariato di Sviluppo, le aziende italiane potranno avere migliore accesso e visibilità nei mercati del sud-est asiatico”, ha concluso. “La ripartenza economica dopo la pandemia passa per l’Asia, e l’Italia è presente!”. (aise)