GIORNATA TOLLERANZA ZERO CONTRO MUTILAZIONI GENITALI DONNE: L’IMPEGNO DELLA FARNESINA

GIORNATA TOLLERANZA ZERO CONTRO MUTILAZIONI GENITALI DONNE: L’IMPEGNO DELLA FARNESINA

ROMA\ aise\ - Si celebra oggi, 6 febbraio, in tutto il mondo la Giornata internazionale sulla tolleranza zero nei confronti delle mutilazioni genitali femminili. Nell’occasione la Farnesina ribadisce il proprio "convinto impegno per l’eradicazione di questa inaccettabile pratica, gravemente lesiva dei diritti e della salute delle donne e delle bambine".
"La lotta contro le mutilazioni genitali femminili (MGF)", ricorda il MAECI in una nota, "rappresenta da tempo una priorità dell’azione di politica estera dell’Italia - sia nel settore della cooperazione allo sviluppo sia in ambito multilaterale - e verrà ulteriormente rafforzata nell’ambito del mandato che il nostro Paese eserciterà nel Consiglio Diritti Umani (CDU) delle Nazioni Unite nel triennio 2019-2021".
"Nell’anno che si è appena concluso, inoltre", continua la nota, "l'Italia ha assunto la responsabilità di negoziare la posizione dell'Unione Europea in ambito ONU in occasione dell’adozione delle Risoluzione biennali in materia dell’Assemblea Generale e del Consiglio Diritti Umani. Un ruolo, già ricoperto in passato, che testimonia, ancora una volta, l’impegno dell’Italia su questo tema".
"Oggi, infine, a Ginevra", annuncia la Farnesina, "il nostro Paese è co-sponsor di un evento di sensibilizzazione e discussione, organizzato dalle principali agenzie delle Nazioni Unite attive su queste tematiche (UNFPA, UNICEF, UNWOMEN, OHCHR e OMS). L’iniziativa si focalizzerà, in particolare, su come tradurre le decisioni politiche in azioni concrete per raggiungere l’obiettivo di tolleranza zero nei confronti delle mutilazioni genitali femminili entro il 2030". (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi