UNGA 75/ IL VICE MINISTRO SERENI ALL'ONU: LA NUOVA NORMALITÀ SIA INCLUSIVA, VERDE E SOSTENIBILE

UNGA 75/ IL VICE MINISTRO SERENI ALL

ROMA\ aise\ - Il vice ministro agli Affari Esteri Marina Sereni ha partecipato sabato in videoconferenza alla riunione ministeriale dell'Alleanza per il Multilateralismo, tenutasi in occasione della 75a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Gli interventi si sono concentrati sulla necessità di "ricostruire al meglio" il mondo e le istituzioni multilaterali dopo la crisi del COVID-19, tenendo soprattutto conto dei fattori clima, salute, tecnologia digitale e uguaglianza di genere.
Nel suo intervento, il vice ministro ha rilevato come l'attuale pandemia abbia generato un diffuso senso di incertezza. "La risposta più efficace e strutturale alle sfide che dobbiamo affrontare - ha spiegato Sereni - risiede in un multilateralismo riformato e rafforzato. Solo se potremo contare su un sistema internazionale basato su regole precise, valori universali, diritti fondamentali, uguaglianza e inclusione, potremo tratteggiare una soluzione davvero duratura all’attuale crisi. L'agenda che l’Italia sta definendo per la Presidenza del G20 che ci prepariamo ad assumere si basa su tre concetti essenziali: Persone, Pianeta e Prosperità".
"Nel 2021, in qualità di co-presidente della COP26 in collaborazione con il Regno Unito - ha proseguito il vice ministro - abbiamo in serbo un programma ambizioso e sfaccettato che vuole fare della sicurezza del pianeta il centro dell’agenda della Conferenza. Il compito che abbiamo di fronte è arduo quanto cruciale per segnare il nostro futuro. Sta a noi uscire da quest'emergenza nel modo migliore. Non possiamo tornare alla vecchia normalità", ha concluso Sereni, "sforziamoci tutti insieme per una nuova normalità, più inclusiva, verde e sostenibile, in cui vivere". (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi