L’ARLECCHINO FURIEUX CONQUISTA IL FESTIVAL D’AVIGNON

L’ARLECCHINO FURIEUX CONQUISTA IL FESTIVAL D’AVIGNON

AVIGNONE\ aise\ - La maschera simbolo del teatro italiano parla francese e conquista il pubblico del Festival d’Avignon. Con oltre 400 spettatori nei primi sei giorni di festival, l’Arlecchino Furieux, versione in lingua francese dello spettacolo prodotto dal Teatro Stabile del Veneto e dalla compagnia Stivalaccio Teatro che per due estati ha animato la scena veneziana del Teatro Goldoni, si afferma con successo sul palcoscenico della manifestazione teatrale più famosa d’Europa.
A consigliarlo tra gli appuntamenti imperdibili della programmazione del Festival OFF anche Christophe Barbier, prestigiosa firma de “L’Express”, che sul blog “L’écharpe rouge” scrive dello spettacolo “c’est joyeux, c’est enlevé, c’est simple et talentueux”.
Con l’Arlecchino Furieux, il Teatro Stabile del Veneto arriva per la prima volta al Festival d’Avignon e porta la tradizione della commedia dell’arte nel programma Off della 73^ edizione della kermesse internazionale. Sul palco del Chapeau d'Ebène Théâtre fino al 28 luglio, Sara Allevi, Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello racconteranno le avventure amorose della più celebre maschera goldoniana.
Arlecchino Furioso è una commedia costruita secondo i canoni classici della commedia dell’arte, il cui motore è l’amore, ostacolato, invocato, cercato, nascosto e rivelato, l’amore universale, capace di travalicare i confini del mondo. In scena la storia di una coppia di innamorati, Isabella e Leandro, costretti dalla sorte a dividersi, si ritrovano dieci anni dopo a Venezia pronti a cercarsi e innamorarsi nuovamente. Allo stesso tempo il geloso Arlecchino corteggia la servetta Romanella, pronto a infuriarsi al primo sospetto di infedeltà. (aise) 

Newsletter
Archivi