"VIGONIFOREUROPE": ITALIA E GERMANIA A CONFRONTO

"VIGONIFOREUROPE": ITALIA E GERMANIA A CONFRONTO

MILANO\ aise\ - Martedì 17 settembre alle ore 10 appuntamento alla Triennale Milano dove si svolgerà l’incontro "VigoniForEurope: re-thinking creativity in a changing society".
L’evento è organizzato dal centro italo-tedesco per l’eccellenza europea Villa Vigoni, con la Triennale Milano, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Ministero Federale degli Affari Esteri, e vedrà la partecipazione, tra gli altri, dei due ministri italiano Dario Franceschini e tedesco Michelle Müntefering.
L'incontro verrà inaugurato proprio dal ministro per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini, a testimonianza del valore fondante della cultura nelle relazioni italo-tedesche. Eredi di una storia secolare di reciproci influssi, oggi Italia e Germania reinterpretano in chiave contemporanea le proprie tradizioni grazie a un dialogo virtuoso fra creatività e territorio, in cui artigianalità delle produzioni e attenzione alla sostenibilità si coniugano nel reciproco rispetto del rapporto tra uomo e natura.
VigoniForEurope, ideato da Villa Vigoni e realizzato in collaborazione con i Ministeri degli Esteri italiano e tedesco, è un forum dedicato alle politiche culturali, che intende offrire una piattaforma di discussione tra i maggiori interlocutori del mondo delle istituzioni, dell’università, della politica, delle imprese e delle associazioni a livello europeo, al fine di individuare le più efficaci buone pratiche europee e analizzare come esse vadano correlate e condivise.
Particolare attenzione viene dedicata alla cooperazione italo-tedesca sui temi culturali, poiché Italia e Germania esprimono da sempre il forte convincimento che la cultura debba ricoprire un ruolo centrale nel dibattito europeo.
A partire dai settori del design e della moda, del VigoniForEurope 2019 mira riflettere sul valore della creatività, assegnandole un ruolo sostanziale nel dibattito in corso sul futuro dell’umanità. Decisiva è infatti la capacità creativa degli esseri umani di conciliare i più diversi requisiti di efficienza, estetica e funzionalità.
Il programma della giornata sarà aperto dagli indirizzi di saluto di Stefano Boeri, presidente Triennale Milano, Michele Valensise, presidente per parte italiana di Villa Vigoni, e Michelle Müntefering, ministro degli Esteri tedesco.
Seguiranno due panel di discussione, il primo dei quali teso ad approfondire il tema "Sostenibilità e tecnologia". Moderati da Marco Sammicheli della Triennale Milano, interverranno: Carlo Capasa, presidente Camera Nazionale della Moda Italiana; Christiane Arp, caporedattore Vogue Germany e presidente del Consiglio della Moda tedesco; Orsola De Castro, co-fondatrice di Fashion Revolution; Julia Leifert, fondatrice e amministratore delegato della sua azienda di moda e membro del Consiglio della Moda in Germania; Magdalena Schaffrin, amministratore delegato di Kaleidoscope Berlin e direttore creativo di Neonyt; e Barbara Trebitsch, direttore dei programmi dell’Accademia Costume & Moda.
"Italia, Germania e Unione Europea: il ruolo dell’industria culturale e creativa nel modellare la politica culturale europea" sarà il tema del secondo panel, che sarà moderato da Serena Bertolucci, direttrice del Palazzo Ducale di Genova. Interverranno: Stefania Lazzaroni, direttrice generale Altagamma; Joseph Grima, direttore del Museo del Design Italiano alla Triennale Milano; Barbara Gessler, capo unità dell’Agenzia per l’Istruzione, l’Audiovisivo e la Cultura della Commissione Europea; Roberto Vellano, vice direttore generale per Promozione del Sistema Paese della Farnesina; Gitte Zschoch, direttore EUNIC; e Katrin Ostwald-Richter, direttore del Goethe-Institut Mailand.
Tracceranno le conclusioni dei lavori gli interventi di Stefano Boeri, Michelle Müntefering e del ministro italiano per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini. (aise)


Newsletter
Archivi