“CINA. RIVOLUZIONE – EVOLUZIONE. MANIFESTI DELLA PROPAGANDA (1949-1983)” IN MOSTRA A SALUZZO

“CINA. RIVOLUZIONE – EVOLUZIONE. MANIFESTI DELLA PROPAGANDA (1949-1983)” IN MOSTRA A SALUZZO

SALUZZO\ aise\ - È stata inaugurata ieri a Saluzzo (Cuneo), negli spazi storici de La Castiglia, sede della Collezione dell’Istituto Garuzzo, la mostra d'arte contemporanea “Cina. Rivoluzione – Evoluzione. Manifesti della Propaganda (1949-1983)”. In esposizione – fino al 1° novembre – 89 manifesti della Hafnia Foundation divisi in dieci tematiche del periodo maoista.
La mostra è ospitata dall’Istituto Garuzzo e si inserisce all’interno della manifestazione Start/SToria ARTe a Saluzzo che, per l’edizione 2020, sarà incentrata sul tema della “Rivoluzione”.
A metà degli anni ‘90, prima della creazione della Fondazione Hafnia, iniziò per Stevens Vaughn e Rodney Cone l'interesse per i manifesti sulla propaganda cinese che, in quel momento, avevano perso popolarità a favore della costruzione di una Cina moderna e aperta al mondo. Per questo motivo la gente iniziò a custodire i vecchi manifesti, alcune volte utilizzati per decorare le case e gli ambienti di lavoro, sotto il letto, nei cassetti o in altri angoli nascosti. Stevens Vaughn e Rodney Cone cominciarono così a visitare le case di numerosi cittadini cinesi, per comprare questi manifesti e creare quella che ora è una delle più grandi collezioni della propaganda cinese Maoista nel mondo. Invece che custodirli accumulando polvere e lasciandoli deteriorare, questi manifesti furono restaurati e catalogati.
Nei Manifesti della Propaganda Cinese si alternano diversi stili artistici, incluso il realismo sociale e il tradizionale acquerello cinese. Alcune opere, come i dipinti rupestri, sono bellissimi esempi di arte naif, lineari e pieni di colori, con un leggero e bizzarro senso della prospettiva. Senza dubbio, l’indiscusso talento naturale dei pittori è inconfondibile. Questi dipinti furono particolarmente idonei in un'epoca in cui Mao ha sostenuto la naturale creatività del popolo cinese. La Fondazione Hafnia è orgogliosa di presentare la sua collezione in Europa e mostrare a più persone la bellezza e l'ambivalenza di questi manifesti di Propaganda Cinese.
“Siamo molto lieti di aver portato a Saluzzo, grazie all’appoggio del Sindaco contribuendo alla grande manifestazione Start/Saluzzo, l’eccezionale raccolta di poster propagandistici dell’età di Mao Tse Tung di proprietà dei nostri amici della Hafnia Foundation della lontana Xiamen”, il commento della Presidente dell’Istituto Garuzzo, Rosalba Garuzzo. “Si tratta di manifesti che offrono non soltanto uno spaccato importante di documentazione storica e sociale, ma per noi dell'Istituto Garuzzo hanno soprattutto il significato di una valenza artistica: di come, in qualunque condizione politica e sociale, ci siano uomini e donne capaci di esprimere attraverso l’arte pittorica sentimenti, aspirazioni, desideri che sono invarianti della condizione umana”. (aise) 

Newsletter
Archivi