BREXIT: L’ENNESIMA SETTIMANA DECISIVA SI APRE CON “DIVERGENZE FONDAMENTALI” TRA UE E REGNO SUI TRE PUNTI DI SCONTRO – DI FEDERICO BACCINI

BRUXELLES\ nflash\ - “Se si volesse riassumere l’approccio delle ultime settimane ai negoziati per le relazioni post-Brexit tra Unione Europea e Regno Unito, si potrebbe prendere in prestito dai latini la locuzione festina lente, “affrettati lentamente”. Dal 22 ottobre scorso i capi-negoziatori Michel Barnier e David Frost, con le rispettive delegazioni, stanno discutendo quasi ogni giorno a Londra e a Bruxelles per trovare un accordo. Ma nonostante tutte le rassicurazioni sul fatto che le parti pian piano si stiano sempre più avvicinando, “rimangono ancora divergenze fondamentali”, ha fatto sapere oggi (ieri - lunedì 23 novembre) su Twitter il capo-negoziatore UE Barnier. “Il tempo è poco”, ha aggiunto commentando la ripresa dei colloqui con Frost dopo i confronti tecnici del fine settimana, “ma continuiamo a lavorare duro per un accordo”. Da giovedì scorso i colloqui sono passati alla modalità online, dopo che un membro della squadra UE è risultato positivo al Covid-19 e lo stesso Barnier si è dovuto sottoporre alla misura dell’isolamento fiduciario”. Così scrive Federico Baccini su “Eunews”, quotidiano online diretto a Bruxelles da Lorenzo Robustelli. (nflash)

Newsletter
Archivi