COVID-19/ L'ALLARME UNICEF: 872 MILIONI DI STUDENTI NEL MONDO NON POSSONO ANCORA TORNARE NELLE LORO AULE

GINEVRA\ nflash\ - "Al culmine della pandemia di COVID-19, le scuole hanno chiuso i battenti in 192 Paesi, mandando a casa 1,6 miliardi di studenti. Oggi, a quasi nove mesi dall'inizio dell’epidemia di coronavirus, 872 milioni di studenti - ovvero la metà della popolazione studentesca mondiale - in 51 Paesi non sono ancora in grado di tornare nelle loro aule". È quanto denuncia il direttore generale dell'UNICEF, Henrietta Fore, all'indomani della riapertura delle scuole in Italia. "Milioni di questi bambini hanno avuto la fortuna di imparare a distanza, online, attraverso trasmissioni radiofoniche o televisive, o altro. Tuttavia", sottolinea Fore, "i dati dell'UNICEF mostrano che, per almeno 463 milioni di bambini le cui scuole sono state chiuse a causa del COVID-19, non esisteva una cosa come "l'apprendimento a distanza". Questo perché almeno un terzo degli scolari del mondo non ha potuto accedervi quando a causa del COVID-19 sono state chiuse le loro scuole, anche a causa della mancanza di accesso a internet, di computer o dispositivi mobili. L'enorme numero di bambini la cui istruzione è stata completamente interrotta per mesi non è nient’altro che un'emergenza educativa globale". (nflash) 

Newsletter
Archivi