FU COSÌ CHE UN ABRUZZESE CON LA VALIGIA DI CARTONE DIVENNE “CHAPLIN DELL’ITALÌ” - DI DANIELA MUSINI

L’AQUILA\ nflash\ - Era nato a Rosciolo dei Marsi, un borgo di Magliano dei Marsi in provincia de L’Aquila, il 21 giugno 1893 da Sebastiano e Carolina Marini, ma in quella piccola frazione abruzzese lui, pur amandola, non ci voleva stare, perché esuberante e fantasioso com'era, sognava di lavorare nel varietà. I suoi genitori e i suoi cinque fratelli (Nicola, Giovannino, Benedetto, Pasquale e Maria), mentre si recavano nei campi a lavorare duro, scuotevano la testa sorridendo di fronte a queste sue fantasie fumiste e un po' megalomani, ma Vincenzo Pelliccione era testardo come tutti gli Abruzzesi e deciso a perseguire i suoi sogni. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi