IL CONSOLE ALAIMO LASCIA ZURIGO: AMARO SALUTO DA LUCERNA

LUCERNA\ nflash\ - Il destino della Casa d’Italia a Lucerna è una ferita ancora aperta per Ippazio Calabrese, consigliere del Comites di Zurigo, che con altri 10 connazionali firma una “lettera aperta” indirizzata al Console generale d’Italia a Zurigo, Giulio Alaimo, nel momento in cui il diplomatico si prepara a lasciare la Svizzera per il Principato di Monaco. Nella lettera, Calabrese, insieme all’ex-Corrispondente Consolare Carmine Di Clemente, Giulio Rossi, Carmela Sbaraglia, Judith Conte, Angelo Farina, Giuseppe Carrubba, Franco Nuzzo, Richard Emmenegger, Carmelina Santangelo ed Evangelo Perez contesta ad Alaimo la poca vicinanza alla comunità di Lucerna – “era il 23 settembre del 2016, ad appena 2 mesi dal Suo insediamento, quando venne per la prima e ultima volta a trovarci alla Casa d’Italia di Lucerna” – ma soprattutto una mancata azione a supporto dei tentativi della collettività di mantenere a sé l’edificio che, fino al 2017, ospitava tutte le associazioni e gli enti italiani a Lucerna, compreso il corrispondente consolare. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi