IL PICAI RIAPRE LE SCUOLE – DI VITTORIO GIORDANO

MONTRÉAL\ nflash\ - ““Tutto è bene quello che finisce bene” (All’s well that ends well) è il titolo di una celebre commedia shakespeariana. Un titolo che descrive al meglio le sorti della lingua e cultura italiana a Montréal. Scampato pericolo, dunque, per il PICAI: lo storico Ente gestore, che dal 1969 trasmette l’idioma di Dante agli ‘italo-discendenti’ (e non solo), porterà a termine l’anno scolastico in corso (la sessione sarà, anzi, allungata per recuperare le lezioni saltate) e sta già programmando il futuro. E questo grazie allo sblocco della metà dei fondi ministeriali (alla fine sono stati erogati circa 40 mila Euro, ovvero 60 mila dollari, rispetto ai 94 mila stanziati dal Ministero degli Esteri lo scorso 22 marzo) e ad ulteriori 100 mila $ garantiti dalla Fondazione Comunitaria Italo-Canadese (sotto forma di prestito da restituire in 3 anni)”. È dedicata ai corsi di italiano del Picai la copertina del nuovo numero del “Cittadino canadese”, settimanale di Montreal di cui Vittorio Giordano è caporedattore. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi