IN SALVO UN FRAMMENTO DI STORIA ITALIANA IN KENYA - DI FREDDIE DEL CURATOLO

foto Paolo Torchio

MALINDI\ nflash\ - “Una lieta notizia per gli italiani in Kenya e la loro memoria, proprio alla vigilia delle celebrazioni che, come ogni anno, hanno rievocato la prigionia dei nostri connazionali in Kenya al Sacrario della Consolata di Nyeri. Ne avevamo parlato alcuni mesi fa, dopo la dolorosa denuncia dello studioso italiano Aldo Manos, curatore del sito prigionieriinkenya.org e autore dell’interessante libro “Campo 360 Ndarugu”. Durante un sopralluogo con il fotografo Paolo Torchio e Magalì Manconi al monumento eretto dai nostri connazionali durante la prigionia nell’omonimo campo dell’esercito britannico non lontano da Nairobi la scoperta: il monumento era stato quasi completamente distrutto e i suoi resti giacevano sconsolatamente in un terreno sempre più minacciato da cave e lottizzazioni. Nei giorni scorsi il Comites Kenya, con il patrocinio dell’Ambasciata Italiana, ha messo in salvo l’ultimo grosso frammento esistente di quel monumento, simbolo della nostra storia, del talento e dell’operosità in questo Paese”. A darne notizia è Freddie del Curatolo su malindikenya.net. (nflash)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi