JACKSON HOLE: LA FED INTIMIDITA DA TRUMP

ROMA\ nflash\ - L’importante conferenza dei responsabili monetari mondiali di Jackson Hole, dedicata alle “Sfide per la politica monetaria”, ha prodotto poche e scarne idee e proposte. Si è invece segnalata piuttosto per le provocatorie dichiarazioni del presidente Trump contro Jerome Powell, capo della Federal Reserve, che vorrebbe asservito alle sue politiche e anche alle sue “manie”. Anche il tanto atteso discorso di Powell, in verità, ha lasciato molta delusione. Il presidente della Fed si è avventurato in una lacunosa rivisitazione della storia monetaria dal dopo guerra a oggi. In questo modo Powell ha cercato di evitare lo scontro diretto con Trump. (nflash) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi