L'appello di una famiglia siciliana: ”Nostra figlia è nata e cresciuta in Australia. Non spediteci in Italia“ - di Chiara Pazzano

SYDNEY\ nflash\ - “Una famiglia italiana con una bambina di 7 anni e mezzo, nata e cresciuta in Australia, rischia di dover ritornare in Italia dopo che la sponsorship del padre è stata cancellata “a sua insaputa“ durante la crisi economica causata dal COVID-19”. A raccontarne la storia è Chiara Pazzano in un articolo pubblicato oggi in primo piano sul portale di SBS Italian, lo Special Broadcasting Service che diffonde notizie in lingua italiana in tutto il Paese. I nomi utilizzati da Pazzano sono fittizi, ma descrivono esattamente quanto vissuto dalla coppia intervistata. (nflash)