NOSTRI PROBLEMI – DI SILVIA FINZI

TUNISI\ nflash\ - "Grande momento di emozione dopo la scomparsa del primo Presidente eletto della Seconda Repubblica tunisina, Beji Caïd Essebsi. Funerali in pompa magna che hanno visto riunite al Palazzo di Cartagine personalità politiche venute da Paesi arabi ed europei". Si apre con l’attualità interna l’editoriale di Silvia Finzi all’ultimo numero del mensile Il Corriere di Tunisi. "Il Presidente defunto ha attraversato tutta la storia della Tunisia dall’Indipendenza ad oggi e, specie dopo la rivoluzione del gennaio 2011, è stato capace di mantenere intatte le istituzioni, impedendo così che il Paese sprofondasse in una guerra civile, com’è invece accaduto in molti Paesi del sud del Mediterraneo; ma soprattutto e malgrado le critiche ricevute è stato in grado, attraverso giochi di alleanze politiche apparentemente improbabili, di mantenere equilibri politici che hanno permesso che due visioni contrastanti della società si affrontassero in modo pacifico". (nflash) 

Newsletter
Archivi