REFERENDUM/ OCCORRE PIÙ INFORMAZIONE: IL MEMORANDUM DI SCHIAVONE (CGIE)

ZURIGO\ nflash\ - C’è "scarsa informazione all’estero sul referendum costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari". Arriva dunque dal segretario generale del Cgie, Michele Schiavone, un breve memorandum per il voto. "A due settimane di distanza dall’inizio delle votazioni referendarie nella circoscrizione estero, dove si inizierà a votare a partire dal 16 marzo 2020, l’informazione agli aventi diritto è circoscritta alle solo indicazioni amministrative pubblicate nei siti delle Ambasciate e dei Consolati. Troppo poco per costruire un parere qualificante e obiettivo dell’opinione pubblica nelle comunità italiane all’estero. Occorrerebbe riempire di contenuti le informazioni e intervenire con provvedimenti legislativi, promuovere un grande sforzo mirato alla conoscenza del portato del quesito referendario e, quindi, coinvolgere e far partecipare il maggior numero di cittadini. Da qui la necessità di una riforma complessiva e urgente delle norme legislative per garantire un voto trasparente e obiettivo nella circoscrizione estero". (nflash) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi